NEWS

4 Dicembre 2023

Fosse imhoff: soluzioni efficienti per il trattamento delle acque reflue

vasca imhoff corrugata

Le fosse imhoff, conosciute anche come vasche imhoff o pozzi imhoff, rappresentano una soluzione efficace per il trattamento primario delle acque reflue in molteplici contesti. Questo tipo di vasca settica è progettato per abbattere notevolmente l’aliquota BOD, superando le prestazioni di una fossa settica tradizionale. La depurazione di una fossa imhoff, infatti, assicura una riduzione superiore al 30% dei BOD5, del 30% dei COD e oltre il 50% dei solidi sospesi.

Diversamente da una tradizionale fossa settica, che prevede una serie di deflettori a T per impedire il passaggio dei fanghi e delle sostanze in sospensione da una camera all’altra, la fossa imhoff è caratterizzata da un design a due camere, verticale o orizzontale nel caso di vasche di grandi dimensioni (100 o più abitanti equivalenti), che favorisce una decantazione più completa. Per questo motivo, la fossa imhoff viene usata nel pre-trattamento delle acque reflue civili, garantendo la chiarificazione dei liquami biologici da diverse fonti, come abitazioni, scuole, convitti, ristoranti, alberghi, fabbriche e uffici. Questo avviene prima che le acque  trattate siano convogliate alle fogne, o a un impianto di depurazione per il trattamento secondario.

Struttura e componenti di una vasca imhoff

Una fossa biologica imhoff presenta due comparti comunicanti tramite un sistema idraulico. Di Camillo realizza le sue vasche imhoff principalmente in polietilene, un materiale che rende le vasche leggere e resistenti, e che additivato con agenti anti UV previene lo sviluppo delle alghe. Esistono però diverse soluzioni in commercio, a seconda delle dimensioni e delle esigenze dei committenti.

Le acque reflue entrano nel comparto di sedimentazione, o sedimentatore. Si tratta di una camera rettangolare o rotonda, con una capacità dai 25 ai 50 litri per abitante equivalente, con le pareti inclinate nella parte sottostante, dove convergono verso una fessura centrale per il passaggio dei fanghi sedimentati.

Questi precipitano nel comparto sottostante di accumulo e digestione, detto perciò anche digestore, dalla capacità tra i 100 ai 200 litri per abitante equivalente. Nel comparto inferiore, i fanghi  e le sostanze organiche depositate sul fondo subiscono una fermentazione anaerobica fredda (intorno ai 12-15°), per almeno 60 giorni. Lo scarico delle acque avviene quindi nella pubblica fognatura, o prosegue lungo l’impianto di depurazione verso i trattamenti secondari come degrassatori e deoliatori.

Manutenzione della fossa imhoff

Il corretto funzionamento delle vasche imhoff dipende dalla loro manutenzione periodica. Alcuni consigli possono essere di semplice attenzione quotidiana, ad esempio evitando di appesantire l’area sopra la fossa, e ricordandosi di non gettare negli scarichi materiale ostruente.

Per la pulizia specifica e la manutenzione, però, le attività dovrebbero sempre essere svolte da personale tecnico qualificato.

  • Il primo controllo riguarda le bocche d’ingresso e d’uscita delle acque. Bisogna infatti assicurarsi che non vi siano ostruzioni di grandi dimensioni che impediscano il deflusso, e minino il funzionamento della fossa imhoff.
  • Aprendo il coperchio, occorre poi verificare che il livello del fango nella sezione di digestione non superi il fondo del sedimentatore.
  • Parte del fango contenuto nel digestore va inoltre prelevato periodicamente attraverso delle apposite tubazioni di estrazione.
  • Infine, annualmente (o con frequenza superiore, in base al numero di abitanti) occorre pulire e svuotare la vasca rivolgendosi ad aziende professionali di pulizia.

 

Per trovare la fossa imhoff dalle dimensioni più adatte alle tue esigenze, e a norma secondo i regolamenti della tua regione, oltre che per tutte le tue necessità di depurazione, contatta la Di Camillo Serbatoi. Di Camillo da decenni opera nel campo del trattamento delle acque reflue, con diversi servizi ai clienti, dall’assistenza ricambi fino alla realizzazione di pratiche e certificazioni.