depurazione acque

Depurazione acque meteoriche, reflue o di prima pioggia da oggi presenti su www.di-camillo.com. Partendo dalla depurazione acque meteoriche, attraverso disoleatori certificati, si arriva al trattamento acque di prima pioggia con impianti completi di accumuli e sedimentatori. Il trattamento dei reflui domestici invece viene trattato attraverso vasche imhoff o veri e propri sistemi studiati all'occorrenza per la fitodepurazione. Vasche imhoff, disoleatori o degrassatori, studiati nel rispetto degli standard normativi della depurazione acque.

vasche imhoff

Le vasche imhoff sono realizzate in materiale plastico ed hanno 2 settori interni uno chiamato digestore e l’altro sedimentatore. Le vasche imhoff fanno parte integrante di un impianto di depurazione reflui provenienti da civili abitazioni od attività industriali.

Vasche imhoff 2 spurghi anno certificate secondo la UNI-EN 12566-3 necessitano a seconda del numero di abitanti di 2 spurghi anno. Molto resistenti grazie alle loro costolature di rinforzo.

Vasche imhoff 1 spurgo anno si prestano particolarmente ad utilizzi in zone quali Emilia Romagna e province di Forlì e Cesena. Le dimensioni di queste vasche sono maggiori rispetto alle comuni vasche imhoff in virtù della minore manutenzione.

Vasche imhoff lisce non dotate di costolature di rinforzo sono equipaggiate sempre con un digestore ed un sedimentatore.

Vasche imhoff emilia romagna spicifiche per queste province e conformi alle norme cogenti.

Vasche imhoff grandi dimensioni destinate a comunità di 100 abitanti equivalenti hanno uno sviluppo orizzontale e sono divise in due zone idraulicamente comunicanti. Guarda tutti i Prodotti per vasche imhoff

imhoff corrugate 2 spurghi
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIM Rev.08-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA VASCHE TIPO IMHOFF corrugate

Materiale: contenitore corrugato e sedimentatore in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con
tronchetto di entrata e uscita in PVC.

Costruite e certificate in conformità alla Norma UNI-EN 12566-3.

Il Decreto

Legislativo 152/2006 rimanda alle indicazioni dettate dal Comitato Interministeriale per la Tutela delle acque
dall'inquinamento (supplemento ordinario alla G.U. n.48 del 21/02/77 par. 4), per cui sono richiesti volumi medi di 40 l
per il comparto di sedimentazione e 100 l per il comparto di digestione per gli scarichi civili con recapito in dispersione
sotterranea.
Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per trattamento primario e digestione anaerobica.
Uso e manutenzione: le vasche Imhoff Di Camillo Serbatoi sono pensate per garantire l'accumulo dei fanghi primari per
un periodo minimo di 6-8 mesi di esercizio dell'impianto. In relazione ai carichi alimentati nella fossa sono da prevedersi
almeno 1-2 ispezioni l'anno da parte di personale specializzato ed operazioni di spurgo in cui si provveda alla rimozione
del 70-80% del corpo di fondo ed alla pulizia delle superfici interne della vasca, compresa l'eliminazione del materiale
che ostruisce i tronchetti di ingresso ed uscita del refluo e la bocca di uscita del sedimentatore.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.
























Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Volume    

sedimentatore    

lt  

Volume    

digestore    

lt  

Carico  

organico    

KgBOD

5

/d  

Carico  

idraulico    

m

3

/d  

AE  

NIM1000  

1150  

1220  

880  

860  

110  

CC455-­‐CC255   PP45-­‐PP30  

243  

607  

0,36  

1,2  

6  

NIM1200   1900x708   1630  

1250  

1230  

110  

CC455-­‐CC355   PP45-­‐PP35  

290  

910  

0,42  

1,4  

7  

NIM1500  

1150  

1720  

1360  

1340  

110  

CC455-­‐CC255   PP45-­‐PP30  

362  

906  

0,54  

1,8  

9  

NIM1700   1900x708   2140  

1760  

1740  

110  

CC455-­‐CC255   PP45-­‐PP35  

412  

1363  

0,6  

2  

10  

NIM2000  

1150  

2280  

1985  

1965  

110  

CC455-­‐CC255   PP45-­‐PP30  

460  

1381  

0,66  

2,2  

11  

NIM2600  

1710  

1350  

1000  

980  

125  

CC455-­‐CC355   PP45-­‐PP35  

629  

1432  

0,78  

2,6  

13  

NIM3200  

1710  

1625  

1240  

1220  

125  

CC455-­‐CC355   PP45-­‐PP35  

760  

1765  

1,02  

3,4  

17  

NIM3800  

1710  

1855  

1490  

1470  

160  

CC455-­‐CC355   PP45-­‐PP35  

965  

2139  

1,26  

4,2  

21  

NIM4600  

1710  

2125  

1710  

1690  

160  

CC455-­‐CC355   PP45-­‐PP35  

1085  

2713  

1,62  

5,4  

27  

NIM5400  

1950  

2250  

1660  

1640  

160  

CC455-­‐CC355   PP45-­‐PP45  

1210  

3137  

1,8  

6  

30  

NIM6400  

1950  

2530  

1970  

1950  

160  

CC455-­‐CC355   PP45-­‐PP45  

1322  

3778  

1,98  

6,6  

33  

NIM7000  

2250  

2367  

1850  

1830  

160  

CC600-­‐CC455   PP65-­‐PP45  

1460  

5474  

2,16  

7,2  

36  

NIM9000  

2250  

2625  

2070  

2050  

160  

CC600-­‐CC455   PP65-­‐PP45  

2020  

5803  

3  

10  

50  

A.E.= abitanti equivalenti; Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; ØE/U = diametro entrata/uscita;

HE = altezza entrata; HU = altezza uscita.

NIM1000
NIM1500
NIM2000

NIM2600 NIM3200
NIM3800 NIM4600

NIM1200
NIM1700

NIM5400
NIM6400
NIM7000
NIM9000

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIM Rev.08-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF corrugate

Con la presente dichiariamo che le vasche tipo IMHOFF, fornite da DI CAMILLO

SERBATOI, sono dimensionate, come da scheda tecnica, per scarichi civili con recapito in

dispersione sotterranea o a trattamento secondario di depurazione e sono costruite in

conformità alla Norma UNI-EN 12566-3 e alle descrizioni ed alle capacità di depurazione

indicate dal Comitato dei Ministri per la tutela delle Acque dall'inquinamento (supplemento

ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77, paragrafo 4), pertanto rispettano le richieste del

D.lgs n. 152 del 03/04/2006 e successive modifiche.

Le vasche biologiche garantisconoi seguenti livelli di depurazione:

BOD

5

: > 30%

COD: > 30%

SS (Solidi Sospesi): > 50%

La garanzia è valida a condizione che l'apparecchio sia mantenuto in condizione di

regolare esercizio, per gli A.E. di progetto, sottoposto a regolare manutenzione e che

siano rispettate le modalità di messa in opera (vedi istruzioni per l'interro) declinando ogni

responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti allo scarico più tassativi.




imhoff lisce

imhoff corrugate 1 spurgo
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIME Rev.08-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA VASCHE TIPO IMHOFF corrugate

Materiale: contenitore corrugato e sedimentatore in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con
tronchetto di entrata e uscita in PVC. Costruite in conformità alla Norma UNI-EN 12566-3. Il Decreto Legislativo
152/2006 rimanda alle indicazioni dettate dal Comitato Interministeriale per la Tutela delle acque dall'inquinamento
(supplemento ordinario alla G.U. n.48 del 21/02/77 par. 4). Le fosse sono dimensionate secondo i volumi massimi
della suddetta delibera per cui si prevedono 50 l/A.E. per il comparto di sedimentazione e 200 l/A.E. per il
comparto di digestione. Il dimensionamento risponde alle richieste della Delibera Regionale 1053 del 9/6/2003
dell'Emilia Romagna.
Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per trattamento primario e digestione anaerobica.
Uso e manutenzione: le vasche Imhoff Di Camillo Serbatoi sono pensate per garantire l' accumulo dei fanghi
primari per un periodo minimo di 12-14 mesi di esercizio dell'impianto. In relazione ai carichi alimentati nella fossa
è da prevedersi almeno 1 ispezione l'anno da parte di personale specializzato ed operazioni di spurgo in cui si
provveda alla rimozione del 70-80% del corpo di fondo ed alla pulizia delle superfici interne della vasca, compresa
l'eliminazione del materiale che ostruisce i tronchetti di ingresso ed uscita del refluo e la bocca di uscita del
sedimentatore.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.
























Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  

E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Volume    

sedimentatore    

lt  

Volume    

digestore    

lt  

Carico  

organico    

KgBOD

5

/d  

Carico  

idraulico    

m

3

/d  

AE  

NIME1000  

1150  

1220  

880  

860  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

209  

641  

0,18  

0,6  

3  

NIME1200   1900x708   1630   1250   1230  

110  

Cc455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

220  

980  

0,24  

0,8  

4  

NIME1500  

1150  

1720   1360   1340  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

252  

1016  

0,3  

1  

5  

NIME1700   1900x708   2140   1760   1740  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

352  

1423  

0,42  

1,4  

7  

NIME2000  

1150  

2280   1985   1965  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

355  

1486  

0,42  

1,4  

7  

NIME2600  

1710  

1350   1000  

980  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

420  

1641  

0,48  

1,6  

8  

NIME3200  

1710  

1625   1240   1220  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

512  

2013  

0,6  

2  

10  

NIME3800  

1710  

1855   1525   1505  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

650  

2525  

0,72  

2,4  

12  

NIME4600  

1710  

2125   1745   1725  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

771  

3064  

0,9  

3  

15  

NIME5400  

1950  

2250   1700   1680  

125  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

935  

3643  

1,08  

3,6  

18  

NIME6400  

1950  

2530   2000   1970  

125  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

1072  

4221  

1,26  

4,2  

21  

NIME7000  

2250  

2367   1885   1865  

125  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

1415  

5645  

1,68  

5,6  

28  

NIME9000  

2250  

2625   2105   2085  

125  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

1617  

6405  

1,92  

6,4  

32  

NIME9800  

2270  

2850   2320   2300  

125  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

1780  

7040  

2,1  

7  

35  

A.E.= abitanti equivalenti; Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; ØE/U = diametro entrata/uscita;

HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

NIME1000
NIME1500
NIME2000

NIME2600 NIME3200
NIME3800 NIME4600

NIME1200
NIME1700

NIME5400
NIME6400
NIME7000
NIME9000

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIME Rev.08-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

FOSSE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF corrugate

EMILIA ROMAGNA

Con la presente dichiariamo che le vasche di tipo IMHOFF, fornite da DI CAMILLO

SERBATOI, sono dimensionate come da scheda tecnica per scarichi civili con recapito in

dispersione sotterranea, e sono costruite in conformità alla norma UNI-EN 12566-3 e alle

descrizioni ed alle capacità di depurazione indicate dal Comitato dei Ministri per la tutela

delle Acque dall'inquinamento (supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77,

paragrafo 4). Inoltre le fosse Imhoff modello NIME rispondono alle richieste della Delibera

Regionale 1053 del 9/6/2003 della Regione Emilia Romagna per scarico diverso dalla

pubblica fognatura, salvo diversa richiesta del gestore dei servizi di depurazione.

La garanzia è valida a condizione che l'apparecchio sia mantenuto in condizione di

regolare esercizio, per gli A.E. di progetto, sottoposto a regolare manutenzione e che

siano rispettate le modalità di messa in opera (vedi istruzioni per l'interro) declinando ogni

responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti allo scarico più tassativi.




vasche imhoff
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica + cert. ITIM Rev.00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA VASCHE TIPO IMHOFF Infinitank

Materiale: contenitore da interro corrugato di tipo modulare di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE)
con tronchetto di entrata e uscita in PVC, sedimentatore in PE. Costruite in conformità alla Norma UNI-EN
12566-3.
Il Decreto Legislativo 152/2006 rimanda alle indicazioni dettate dal Comitato Interministeriale per la
Tutela delle acque dall'inquinamento (supplemento ordinario alla G.U. n.48 del 21/02/77 par. 4), per cui sono
richiesti volumi medi di 40 l per il comparto di sedimentazione e 100 l per il comparto di digestione per gli
scarichi civili con recapito in dispersione sotterranea.
Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per trattamento primario e digestione anaerobica.
Uso e manutenzione: le vasche Imhoff Di Camillo Serbatoi sono pensate per garantire l'accumulo dei
fanghi primari per un periodo minimo di 6-8 mesi di esercizio dell'impianto. In relazione ai carichi alimentati
nella fossa sono da prevedersi almeno 1-2 ispezioni l'anno da parte di personale specializzato ed operazioni
di spurgo in cui si provveda alla rimozione del 70-80% del corpo di fondo ed alla pulizia delle superfici
interne della vasca, compresa l'eliminazione del materiale che ostruisce i tronchetti di ingresso ed uscita del
refluo e la bocca di uscita del sedimentatore.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.



















A.E.= abitanti equivalenti; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata;

HU = altezza uscita; ØE/U = diametro entrata/uscita.

Articolo

Ø

mm

Lung.

mm

H

mm

H

E

mm

H

U

mm

Ø

E/U
mm

Prolunghe

Vol.

sedimentatore

lt

Vol.

digestore

lt

Vol.

totale

lt

A.E.

ITIM15000

2100 5620 2200 1870 1840 160

2xPP75

4070

10080

14150

100

ITIM22000

2100 7880 2200 1870 1840 160

3xPP75

5860

14870

20730

145

ITIM30000

2100 10140 2200 1830 1800 200

4xPP75

7690

19560

27250

190

ITIM36000

2100 12400 2200 1830 1800 200

5xPP75

9680

24120

33800

240

Lungh.

HU

HE

H

Largh.

DIGESTORE

SEDIMENTATORE

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica + cert. ITIM Rev.00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF Infinitank

Con la presente dichiariamo che le vasche tipo IMHOFF Infinitank, fornite da DI

CAMILLO SERBATOI, sono dimensionate, come da scheda tecnica, per scarichi civili con

recapito in dispersione sotterranea o a trattamento secondario di depurazione e sono

costruite in conformità alla norma UNI-EN 12566-3 ed alle descrizioni ed alle capacità di

depurazione indicate dal Comitato dei Ministri per la tutela delle acque dall'inquinamento

(supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/1977, paragrafo 4), pertanto rispettano le

richieste del D. lgs 152 del 3/4/2006 e successive modifiche.

Le vasche biologiche garantiscono i seguenti livelli di depurazione:

- BOD

5

: > 30%

- COD: > 30 %

- SS (Solidi Sospesi): > 50 %

La garanzia è valida a condizione che l'apparecchio sia mantenuto in condizione di

regolare esercizio, per gli A.E. di progetto, sottoposto a regolare manutenzione e che

siano rispettate le modalità di messa in opera (vedi istruzioni per l'interro) declinando ogni

responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti allo scarico differenti.



degrassatori

I Degrassatori vengono impiegati per il trattamento di oli provenienti da cucine domestiche od industriali. Il loro impiego avviene come trattamento primario nei processi di trattamento delle acque reflue. Il funzionamento del degrassatore avviene per gravitazione dell’acqua al suo interno che rimane sul fondo. Gli oli invece rimangono sospesi nella parte superiore.

Degrassatori corrugati sono così chiamati perché la loro superficie con costole di rinforzo permette un agevole interro. Esistono un ingresso ed una uscita posizionati nella zona superiore al degrassatore.

Degrassatori lisci sono destinati solitamente ad un numero di coperti relativamente basso e quindi non largamente utilizzati. Sono molto economici.

Degrassatori con setti.

Degrassatori infinitank impiegati per servizi ad un certo numero di utenti. Il loro impiego è diffuso quando si hanno a che fare con mense aziendali oppure grandi comunità od alberghi di elevate dimensioni dove il numero di pasti giornaliero è importante. Guarda tutti i Prodotti per degrassatori

degrassatori corrugati
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NDD Rev.08-html.html
background image

SCHEDA TECNICA DEGRASSATORI corrugati

Materiale: contenitore corrugato in monoblocco in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), con tronchetto di
entrata e uscita in PVC. Dimensionati e certificati secondo la norma UNI-EN 1825-1, per garantire un tempo di
ritenzione superiore a quattro minuti per la portata massima e maggiore di quindici minuti per la portata media
giornaliera.
Funzione:
la degrassatura è un pretrattamento fisico di separazione degli oli, delle schiume, dei grassi, dei
sedimenti pesanti, e di tutte le sostanze che hanno peso specifico inferiore a quello del liquame.
Uso e manutenzione: le sostanze rimosse per flottazione, accumulandosi sulla superficie del degrassatore,
costituiscono una crosta superficiale, mentre i solidi più pesanti depositandosi sul fondo formano un accumulo di
fanghi putrescibili. E' utile prevedere interventi di spurgo una eccessiva presenza di fanghi nel degrassatore può
provocare sviluppo di condizioni settiche con rilascio di emissioni maleodoranti, in particolare nel periodo estivo.
Per quanto detto, si consiglia di contattare personale competente che provveda alla rimozione del cappello
superficiale e dei sedimenti di fondo, facendo particolare attenzione ai sedimenti che potrebbero ostruire le sezioni
di ingresso ed uscita del liquame. La frequenza degli interventi dipende dal carico di grassi, oli e solidi
sedimentabili presenti nello scarico, si consiglia, comunque, di ispezionare la camera di separazione ogni uno/due
mesi.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.























Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Vol.  utile    

lt  

Vol.  grassi    

lt  

Vol.  sedimenti    

lt  

NS  

AE  

NDD1000  

1150  

1220  

880  

810  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

774  

90  

200  

2  

30  

NDD1200   1900x708   1630   1250   1180  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

1142  

120  

300  

3  

35  

NDD1500  

1150  

1720   1360   1290  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

1193  

128  

320  

3,1  

40  

NDD1700   1900x708   2140   1760   1690  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

1775  

200  

450  

4  

50  

NDD2000  

1150  

2280   1970   1900  

125  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

1800  

250  

520  

4  

60  

NDD2600  

1710  

1350   1000  

930  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

1971  

220  

550  

5  

70  

NDD3200  

1710  

1625   1240   1170  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

2435  

256  

640  

6,4  

80  

NDD3800  

1710  

1855   1480   1410  

160  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

3026  

330  

800  

7,9  

90  

NDD4600  

1710  

2125   1700   1630  

160  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

3510  

400  

910  

9  

110  

NDD5400  

1950  

2250   1630   1560  

200  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

4152  

462  

1085  

10,5   140  

NDD6400  

1950  

2530   1940   1870  

200  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

4862  

495  

1268  

11,8   160  

NDD7000  

2250  

2367   1810   1740  

200  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

6711  

900  

1400  

13  

200  

NDD9000  

2250  

2625   2030   1960  

200  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

7534  

1200  

1800  

15,5   250  

A.E.= abitanti equivalenti: H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

ØE/U = diametro entrata/uscita; NS = portata limite (l/s).

NDD1000
NDD1500
NDD2000

NDD1200
NDD1700

NDD5400
NDD6400
NDD7000
NDD9000

NDD2600 NDD3200
NDD3800 NDD4600

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NDD Rev.08-html.html
background image

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

DEGRASSATORE corrugato DI CAMILLO SERBATOI



Con la presente dichiariamo che i degrassatori DI CAMILLO SERBATOI sono

dimensionati e certificati come da scheda tecnica, per scarichi civili, secondo la Norma

UNI-EN 1825-1 da utilizzarsi per scarichi di acque grigie domestiche o assimilabili per il

numero di abitanti equivalenti specificato.


Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio e manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per l'interro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire requisiti dimensionali più restrittivi.

degrassatori lisci

degrassatori con setti
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NDD con setti rev.01-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA DEGRASSATORI con setti trappola

Materiale: contenitore corrugato a struttura bicamerale, in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), con
tronchetto di entrata e uscita in PVC. Dimensionati e certificati secondo la norma UNI-EN 1825-1, per garantire un tempo di
ritenzione superiore a quattro minuti per la portata massima e maggiore di quindici minuti per la portata media giornaliera.
Funzione:
la degrassatura è un pretrattamento fisico di separazione degli oli, delle schiume, dei grassi, dei sedimenti pesanti,
e di tutte le sostanze che hanno peso specifico inferiore a quello del liquame.
La struttura con setti separatori della vasca è tale da suddividere il volume in due camere separate: la prima camera di
separazione nella quale avviene la separazione e l'accumulo dei grassi e del materiale sedimentato, la seconda di calma nella
quale viene pescato il refluo chiarificato.
Uso e manutenzione: le sostanze rimosse per flottazione, accumulandosi sulla superficie del degrassatore, costituiscono una
crosta superficiale, mentre i solidi più pesanti depositandosi sul fondo formano un accumulo di fanghi putrescibili. E' utile
prevedere interventi di spurgo una eccessiva presenza di fanghi nel degrassatore può provocare sviluppo di condizioni
settiche con rilascio di emissioni maleodoranti, in particolare nel periodo estivo. Per quanto detto, si consiglia di contattare
personale competente che provveda alla rimozione del cappello superficiale e dei sedimenti di fondo, facendo particolare
attenzione ai sedimenti che potrebbero ostruire le sezioni di ingresso ed uscita del liquame. La frequenza degli interventi
dipende dal carico di grassi, oli e solidi sedimentabili presenti nello scarico, si consiglia, comunque, di ispezionare la camera di
separazione ogni uno/due mesi.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.






























Articolo  

Lung.  

 mm  

Larg.    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Vol.  utile    

lt  

Vol.  grassi    

lt  

Vol.  sedimenti    

lt  

NS   AE  

NDD200  

1000  

635  

675   490   440  

100  

CC255-­‐CC130  

su  richiesta  

205  

30  

50  

0,5   10  

NDD300  

1100  

700  

775   585   535  

100  

CC255-­‐CC130  

su  richiesta  

303  

40  

80  

0,7   15  

NDD400  

1150  

750  

890   695   645  

100  

CC255-­‐CC130  

su  richiesta  

409  

55  

110  

1  

20  

A.E.= abitanti equivalenti: H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

ØE/U = diametro entrata/uscita; NS = portata limite (l/s).

HE

HU

H

Lung

Larg

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NDD con setti rev.01-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

DEGRASSATORE con setti trappola DI CAMILLO SERBATOI



Con la presente dichiariamo che i degrassatori DI CAMILLO SERBATOI con setti

trappola sono dimensionati e certificati come da scheda tecnica, per scarichi civili,

secondo la Norma UNI-EN 1825-1 da utilizzarsi per scarichi di acque grigie domestiche o

assimilabili per il numero di abitanti equivalenti specificato.


Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio e manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per l'interro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire requisiti dimensionali più restrittivi.

degrassatori

fosse settiche

Vasche settiche dimensionate per trattamento reflui civili, e sono un ottimo trattamento primario dei reflui. Vasche settiche bicamerali e tricameraliGuarda tutti i Prodotti per fosse settiche

settiche corrugate
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NSE Rev.06-html.html
background image


SCHEDA TECNICA VASCHE SETTICHE corrugate

Materiale: contenitore corrugato in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto
di entrata e uscita in PVC. Costruite e certificate in conformità alla Norma UNI-EN 12566-1. Il Decreto
Legislativo 152/2006 rimanda alle indicazioni dettate dal Comitato Interministeriale per la Tutela delle acque
dall'inquinamento (supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77 par. 4), per cui sono richiesti volumi
medi di 120-150 l/A.E.
Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per sedimentazione primaria.
Uso e manutenzione: Un eccessivo accumulo di materiale putrescibile sul fondo della vasca può provocare
fenomeni di digestione anaerobica incontrollata che, causano eccessive produzioni di biogas e sviluppo di
cattivi odori; inoltre la riduzione del volume disponibile nel comparto di digestione e l'eccessiva produzione di
bolle di gas concorrono alla risalita del materiale decantato con il peggioramento della qualità dell'effluente
trattato. Per questo in relazione ai carichi alimentati nella fossa sono da prevedersi da 1 a 4 ispezioni l'anno
ed eventuali operazioni di rimozione della crosta superficiale e spurgo dei fanghi accumulati. Con la
rimozione del corpo di fondo occorre eliminare il materiale che potrebbe ostruire i tronchetti di ingresso ed
uscita del refluo.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.


















Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Vol.  utile    

lt  

AE  

NSE1000  

1150  

1220  

880  

860  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

850  

7  

NSE1200  

1900x708  

1630  

1250  

1230  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

1200  

9  

NSE1500  

1150  

1720  

1360  

1340  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

1268  

11  

NSE1700  

1900x708  

2140  

1760  

1740  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

1775  

13  

NSE2000  

1150  

2280  

1985  

1965  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

1841  

15  

NSE2600  

1710  

1350  

1000  

980  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

2061  

16  

NSE3200  

1710  

1625  

1240  

1220  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

2525  

20  

NSE3800  

1710  

1855  

1525  

1505  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

3175  

24  

NSE4600  

1710  

2125  

1745  

1725  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

3835  

30  

NSE5400  

1950  

2250  

1660  

1640  

160  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

4578  

36  

NSE6400  

1950  

2530  

1970  

1950  

160  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

5293  

42  

NSE7000  

2250  

2367  

1850  

1830  

160  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

6934  

55  

NSE9000  

2250  

2625  

2070  

2050  

160  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

7823  

70  

A.E.= abitanti equivalenti: Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; ØE/U = diametro entrata/uscita;

HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

NSE1000
NSE1500
NSE2000

NSE2600 NSE3200
NSE3800 NSE4600

NSE1200
NSE1700

NSE5400
NSE6400
NSE7000
NSE9000

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NSE Rev.06-html.html
background image


CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

VASCHE SETTICHE corrugate DI CAMILLO SERBATOI



Con la presente dichiariamo che le vasche SETTICHE, fornite da DI CAMILLO

SERBATOI, sono costruite e certificate in conformità alla norma UNI-EN 12566-1 ed alle

descrizioni, indicate dal Comitato dei Ministri per la tutela delle Acque dall'inquinamento

(del 4 febbraio 1977 e successive modifiche ed integrazioni, pubblicata sul supplemento

ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77) per adeguamento di impianto. Pertanto rispettano le

richieste del D.lgs n. 152 del 3 aprile 2006 e successive modifiche.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio e manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per l'interro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire requisiti dimensionali più restrittivi.

settiche lisce

settiche corr. bicam.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert.NSEB Rev.06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA VASCHE SETTICHE BICAMERALI corrugate

Materiale: contenitori corrugati in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto di
entrata e uscita in PVC. Costruite e dimensionate in conformità alla Norma UNI-EN 12566-1. Il Decreto
Legislativo 152/2006 rimanda alle indicazioni dettate dal Comitato Interministeriale per la Tutela delle acque
dall'inquinamento (supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77 par. 4), per cui sono richiesti volumi
medi di 120-150 l/A.E.
Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per sedimentazione primaria.
Uso e manutenzione: Un eccessivo accumulo di materiale putrescibile sul fondo delle vasche può
provocare fenomeni di digestione anaerobica incontrollata che, causano eccessive produzioni di biogas e
sviluppo di cattivi odori; inoltre la riduzione del volume disponibile nel comparto di digestione e l'eccessiva
produzione di bolle di gas concorrono alla risalita del materiale decantato con il peggioramento della qualità
dell'effluente trattato. Per questo in relazione ai carichi alimentati nelle fosse sono da prevedersi da 1 a 4
ispezioni l'anno ed eventuali operazioni di rimozione della crosta superficiale e spurgo dei fanghi accumulati.
Con la rimozione del corpo di fondo occorre eliminare il materiale che potrebbe ostruire i tronchetti di
ingresso ed uscita del refluo.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.


















Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Vol.  utile    

lt  

AE  

NSEB1000x2  

1150  

1220  

880  

860  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

1700  

14  

NSEB1200x2  

1900x708  

1630  

1250  

1230  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

2400  

18  

NSEB1500x2  

1150  

1720  

1360  

1340  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

2536  

22  

NSEB1700x2  

1900x708  

2140  

1760  

1740  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

3550  

26  

NSEB2000x2  

1150  

2280  

1985  

1965  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

3682  

30  

NSEB2600x2  

1710  

1350  

1000  

980  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

4122  

32  

NSEB3200x2  

1710  

1625  

1240  

1220  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

5050  

40  

NSEB3800x2  

1710  

1855  

1525  

1505  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

6350  

48  

NSEB4600x2  

1710  

2125  

1745  

1725  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

7670  

60  

NSEB5400x2  

1950  

2250  

1660  

1640  

160  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

9156  

72  

NSEB6400x2  

1950  

2530  

1970  

1950  

160  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

10586  

84  

NSEB7000x2  

2250  

2367  

1850  

1830  

160  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

13868  

110  

NSEB9000x2  

2250  

2625  

2070  

2050  

160  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

15646  

140  

A.E.= abitanti equivalenti: Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; ØE/U = diametro entrata/uscita;

HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

NSE1000
NSE1500
NSE2000

NSE2600 NSE3200
NSE3800 NSE4600

NSE1200
NSE1700

NSE5400
NSE6400
NSE7000
NSE9000

2 x

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert.NSEB Rev.06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

VASCHE SETTICHE BICAMERALI corrugate DI CAMILLO

SERBATOI



Con la presente dichiariamo che le vasche SETTICHE BICAMERALI, fornite da DI

CAMILLO SERBATOI, sono costruite e dimensionate in conformità alla norma UNI-EN

12566-1 ed alle descrizioni, indicate dal Comitato dei Ministri per la tutela delle Acque

dall'inquinamento (del 4 febbraio 1977 e successive modifiche ed integrazioni, pubblicata

sul supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77) per adeguamento di impianto.

Pertanto rispettano le richieste del D.lgs n. 152 del 3 aprile 2006 e successive modifiche.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio e manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per l'interro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire requisiti dimensionali più restrittivi.

settiche lisce bicam.

settiche corr. tricam.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert.NSET Rev.06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA VASCHE SETTICHE TRICAMERALI corrugate

Materiale: contenitori corrugati in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto di
entrata e uscita in PVC. Costruite e dimensionate in conformità alla Norma UNI-EN 12566-1. Il Decreto
Legislativo 152/2006 rimanda alle indicazioni dettate dal Comitato Interministeriale per la Tutela delle acque
dall'inquinamento (supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77 par. 4), per cui sono richiesti volumi
medi di 120-150 l/A.E.
Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per sedimentazione primaria.
Uso e manutenzione: Un eccessivo accumulo di materiale putrescibile sul fondo delle vasche può
provocare fenomeni di digestione anaerobica incontrollata che, causano eccessive produzioni di biogas e
sviluppo di cattivi odori; inoltre la riduzione del volume disponibile nel comparto di digestione e l'eccessiva
produzione di bolle di gas concorrono alla risalita del materiale decantato con il peggioramento della qualità
dell'effluente trattato. Per questo in relazione ai carichi alimentati nelle fosse sono da prevedersi da 1 a 4
ispezioni l'anno ed eventuali operazioni di rimozione della crosta superficiale e spurgo dei fanghi accumulati.
Con la rimozione del corpo di fondo occorre eliminare il materiale che potrebbe ostruire i tronchetti di
ingresso ed uscita del refluo.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.

















Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Vol.  utile    

lt  

AE  

NSET1000x3  

1150  

1220  

880  

860  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

2550  

21  

NSET1200x3  

1900x708  

1630  

1250  

1230  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

3600  

27  

NSET1500x3  

1150  

1720  

1360  

1340  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

3804  

33  

NSET1700x3  

1900x708  

2140  

1760  

1740  

110  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

5325  

39  

NSET2000x3  

1150  

2280  

1985  

1965  

110  

CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

5523  

45  

NSET2600x3  

1710  

1350  

1000  

980  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

6183  

48  

NSET3200x3  

1710  

1625  

1240  

1220  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

7575  

60  

NSET3800x3  

1710  

1855  

1525  

1505  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

9525  

72  

NSET4600x3  

1710  

2125  

1745  

1725  

125  

CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

11505  

90  

NSET5400x3  

1950  

2250  

1660  

1640  

160  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

13734  

108  

NSET6400x3  

1950  

2530  

1970  

1950  

160  

CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

15879  

126  

NSET7000x3  

2250  

2367  

1850  

1830  

160  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

20802  

165  

NSET9000x3  

2250  

2625  

2070  

2050  

160  

CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

23619  

210  

A.E.= abitanti equivalenti: Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; ØE/U = diametro entrata/uscita;

HE = altezza entrata; HU = altezza uscita.

NSE1000
NSE1500
NSE2000

NSE2600 NSE3200
NSE3800 NSE4600

NSE1200
NSE1700

NSE5400
NSE6400
NSE7000
NSE9000

3 x

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert.NSET Rev.06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

VASCHE SETTICHE TRICAMERALI corrugate DI CAMILLO

SERBATOI



Con la presente dichiariamo che le vasche SETTICHE TRICAMERALI, fornite da DI

CAMILLO SERBATOI, sono costruite e dimensionate in conformità alla norma UNI-EN

12566-1 ed alle descrizioni, indicate dal Comitato dei Ministri per la tutela delle Acque

dall'inquinamento (del 4 febbraio 1977 e successive modifiche ed integrazioni, pubblicata

sul supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77) per adeguamento di impianto.

Pertanto rispettano le richieste del D.lgs n. 152 del 3 aprile 2006 e successive modifiche.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio e manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per l'interro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire requisiti dimensionali più restrittivi.

settiche lisce tricam.

vasche settiche
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica + cert. ITSE Rev.00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA VASCHE SETTICHE corrugate INFINITANK

Materiale: contenitore da interro corrugato di tipo modulare di polietilene lineare ad alta densità
(LLDPE) con tronchetto di entrata e uscita in PVC. Il Decreto Legislativo 152/2006 rimanda alle
indicazioni dettate dal Comitato Interministeriale per la Tutela delle acque dall'inquinamento
(supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77 par. 3).
Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per sedimentazione primaria.
Uso e manutenzione: Un eccessivo accumulo di materiale putrescibile sul fondo della vasca può
provocare fenomeni di digestione anaerobica incontrollata che, causano eccessive produzioni di
biogas e sviluppo di cattivi odori; inoltre la riduzione del volume disponibile nel comparto di
digestione e l'eccessiva produzione di bolle di gas concorrono alla risalita del materiale decantato
con il peggioramento della qualità dell'effluente trattato. Per questo in relazione ai carichi alimentati
nella fossa sono da prevedersi da 1 a 4 ispezioni l'anno ed eventuali operazioni di rimozione della
crosta superficiale e spurgo dei fanghi accumulati. Con la rimozione del corpo di fondo occorre
eliminare il materiale che potrebbe ostruire i tronchetti di ingresso ed uscita del refluo.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo
Serbatoi.




















A.E.= abitanti equivalenti: HE = altezza entrata;

HU = altezza uscita; ØE/U = diametro entrata/uscita; Qmax = portata limite (l/s).

* Dimensionando la vasca settica secondo un volume pro capite di 200 lt/AE è necessario prevedere 1-2 operazioni di spurgo all'anno
** Dimensionando la vasca settica secondo un volume pro capite di 100 lt/AE è necessario prevedere 3-4 operazioni di spurgo all'anno


Articolo

Ø

mm

Lung

mm

Alt

mm

H

E

mm

H

U

mm

Ø

E/U
mm

Prolunghe

Vol.

utile

l

AE*

(200 lt pro-

capite)

AE**

(100 lt pro-

capite)

ITSE15000

2100

5620

2200

1860

1790

160

2 x PP75

14150

70

140

ITSE22000

2100

7880

2200

1820

1750

200

3 x PP75

20700

100

200

ITSE30000

2100 10140 2200

1780

1710

250

4 x PP75

27250

135

270

ITSE36000

2100 12400 2200

1780

1710

250

5 x PP75

33800

165

330

Ø

Lung.

Alt.

E

U

HE

HU

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica + cert. ITSE Rev.00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

VASCHE SETTICHE MODULARI DI CAMILLO SERBATOI

Con la presente dichiariamo che le vasche SETTICHE MODULARI DI CAMILLO

SERBATOI sono dimensionate in conformità alle descrizioni, indicate dal Comitato dei

Ministri per la tutela delle Acque dall'inquinamento (del 4 febbraio 1977 e successive

modifiche ed integrazioni, pubblicata sul supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del

21/02/77) per adeguamento di impianto. Pertanto rispettano le richieste del D.lgs n. 152

del 3 aprile 2006 e successive modifiche.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio e manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per l'interro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire requisiti dimensionali più restrittivi.

filtri percolatori

I filtri percolatori sono dei reattori biologici dotati di particolare materiale di riempimento che permettono l’affinamento dei processi depurativi. I filtri percolatori sono di tipo anaerobico ed aerobico. Purchè vi sia a monte un trattamento primario (imhoff o degrassatore) il livello di trattamento del refluo deve rispettare standard elevati.

I filtri percolatori anaerobici sono composti da materiale di riempimento al loro interno che permette l’attecchimento di determinati batteri aventi come scopo quello di degradare il materiale organico di passaggio.

I filtri percolatori aerobici sono in grado di affinare il processo di depurazione delle acque reflue ottenendo con il loro impiego la possibilità di recapitare il refluo su corsi d’acqua, scarico al suolo o sub-irrigazione. Guarda tutti i Prodotti per filtri percolatori

filtri percolatore anaer. corr.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NAN Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA FILTRI PERCOLATORI ANAEROBICI corrugati

Materiale: contenitore corrugato in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto
disperdente di entrata e uscita in PVC. Corpi di riempimento in polipropilene ad alta superficie specifica.
Costruiti e certificati in conformità alla Norma UNI EN 12566-3.
Funzione
: depurazione di acque reflue domestiche nere per trattamento secondario a basso carico idraulico
e organico volumetrico, mediante digestione anaerobica a biomassa adesa.
Uso e manutenzione
: lo sviluppo delle pellicole sui corpi di riempimento può sporcare eccessivamente il
filtro, con il rischio di fughe di solidi con l'effluente trattato. Per evitare uno scarico eccessivamente torbido si
consiglia un'ispezione del filtro con cadenza almeno annuale ed eventuali operazioni di pulizia. La pulizia
verrà svolta attraverso un energico lavaggio del letto filtrante eventualmente in controcorrente, prestando
attenzione nella rimozione degli accumuli nelle condotte di ingresso ed uscita e asportazione dei fanghi. Si
ricorda anche che per un corretto funzionamento del filtro percolatore è necessario prevedere un trattamento
di decantazione in fossa Imhoff o simile a monte del filtro stesso.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi



















Articolo

Ø

mm

H

mm

HE

mm

HU

mm

Ø E/U

mm

Tappi

Prolunghe

Sup.

massa

filtrante

m

2

Vol.

massa

filtro

m

3

Carico

organico

giornaliero

(gBOD

5

/d)

Carico

idraulico

giornaliero

(lt/d)

AE

NAN1000

1150

1220

880

860

110

CC455-CC255

PP45-PP30

1,04

0,85

288

1200

6

NAN1200

1900x708

1630

1250

1230

110

CC455-CC355

PP45-PP35

1,35

1,2

336

1400

7

NAN1500

1150

1720

1360

1340

110

CC455-CC255

PP45-PP30

1,04

1,26

432

1800

9

NAN1700

1900x708

2140

1760

1740

110

CC455-CC355

PP45-PP35

1,35

1,77

480

2000

10

NAN2600

1710

1350

1000

980

125

CC455-CC355

PP45-PP35

2,3

2,06

672

2800

14

NAN3200

1710

1625

1240

1220

125

CC455-CC355

PP45-PP35

2,3

2,52

960

4000

20

NAN3800

1710

1855

1525

1505

160

CC455-CC355

PP45-PP35

2,3

3,17

1104

4600

23

NAN4600

1710

2125

1745

1725

160

CC455-CC355

PP45-PP35

2,3

3,83

1296

5400

27

NAN5400

1950

2250

1660

1640

160

CC455-CC455

PP45-PP45

2,9

3,80

1632

6800

32

NAN6400

1950

2530

1970

1950

160

CC455-CC455

PP45-PP45

2,9

4,75

1920

8000

36

NAN7000

2250

2367

1885

1865

160

CC600-CC455

PP65-PP45

3,98

6,93

2160

9000

45

NAN9000

2250

2625

2105

2085

160

CC600-CC455

PP65-PP45

3,98

7,82

2640

11000

55

A.E.= abitanti equivalenti: Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

ØE/U = diametro entrata/uscita; C

V

: carico biologico volumetrico.

NAN1000
NAN1500

NAN2600 NAN3200
NAN3800 NAN4600

NAN1200
NAN1700

NAN5400
NAN6400
NAN7000
NAN9000

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NAN Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

FILTRO PERCOLATORE ANAEROBICO DI CAMILLO SERBATOI

Con la presente dichiariamo che gli impianti di depurazione con FILTRO PERCOLATORE

ANAEROBICO in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) fornito da DI CAMILLO SERBATOI

sono dimensionati per un numero di abitanti equivalenti come da scheda tecnica (pag.1), sono

costruiti e certificati secondo la Norma UNI EN 12566-3 e permettono di rispettare i limiti di

scarico indicati dalla Tabella 3 dell'allegato 5 del D.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152, relativamente alla

rimozione del carico organico (BOD

5

e COD) e dei solidi sospesi, garantendo i seguenti livelli di

depurazione:

- BOD

5

: > 80 %

- COD: > 60 %

- SS (Solidi Sospesi): > 40 %

La garanzia è valida se sono rispettate le seguenti condizioni:

Ø

A monte dell'impianto siano installati opportuni trattamenti primari (degrassatore e vasca

biologica);

Ø

Concentrazione oli e grassi in ingresso <50 mg/l;

Ø

Il carico organico applicabile non deve essere superiore a 0.40 Kg di BOD

5

/m

3

g;

Ø

La portata di punta m3/h deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI

CAMILLO SERBATOI;

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si rimette ai dati di progetto indicati sulla scheda

tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera (vedi istruzioni per il

rinterro) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata all'autorità

competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

filtri percolatore anaerobici lisci

filtri percolatore aerobici corrugati
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+Cert. NAR Rev.08-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA FILTRI PERCOLATORI AEROBICI corrugati

Materiale: contenitore corrugato in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con
tronchetto disperdente di entrata e uscita in PVC. Corpi di riempimento in polipropilene ad alta
superficie specifica.
Funzione
: depurazione di acque reflue domestiche nere per trattamento secondario a basso
carico idraulico e organico volumetrico, mediante digestione aerobica a biomassa adesa.
Uso e manutenzione
: lo sviluppo delle pellicole sui corpi di riempimento può sporcare
eccessivamente il filtro, con il rischio di fughe di solidi con l'effluente trattato. Per evitare uno
scarico eccessivamente torbido si consiglia un'ispezione del filtro con cadenza almeno annuale ed
eventuali operazioni di pulizia. La pulizia verrà svolta attraverso un energico lavaggio del letto
filtrante, prestando attenzione nella rimozione degli accumuli nelle condotte di ingresso ed uscita e
asportazione dei fanghi. Si ricorda anche che per un corretto funzionamento del filtro percolatore è
necessario prevedere un trattamento di decantazione in fossa Imhoff o simile a monte del filtro
stesso.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo
Serbatoi.

























Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Sup.  Filtro  

m

2

 

Vol.  

filtro  

m

3

 

CV  

kgBOD/m

3

d  

AE  

NAR1000   1150   1220  

880  

40  

110   CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

1,04  

0,85  

0,3  

6  

NAR1500   1150   1720   1360  

40  

110   CC455-­‐CC255  

PP45-­‐PP30  

1,04  

1,26  

0,26  

9  

NAR2600   1710   1350   1000  

40  

125   CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

2,3  

2,06  

0,3  

14  

NAR3200   1710   1625   1240  

40  

125   CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

2,3  

2,52  

0,35  

20  

NAR3800   1710   1855   1525  

40  

125   CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

2,3  

3,17  

0,33  

23  

NAR4600   1710   2125   1745  

40  

125   CC455-­‐CC355  

PP45-­‐PP35  

2,3  

3,83  

0,33  

27  

NAR5400   1950   2250   1700  

40  

125   CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

2,9  

4,75  

0,32  

32  

NAR6400   1950   2530   2000  

40  

125   CC455-­‐CC455  

PP45-­‐PP45  

2,9  

5,07  

0,33  

36  

NAR7000   2250   2367   1885  

40  

125   CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

3,98  

6,93  

0,31  

45  

NAR9000   2250   2625   2105  

40  

125   CC600-­‐CC455  

PP65-­‐PP45  

3,98  

7,82  

0,33  

55  

A.E.= abitanti equivalenti: Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

ØE/U = diametro entrata/uscita;

C

V

:

carico biologico volumetrico.

NAR1000
NAR1500

NAR2600
NAR3200
NAR3800
NAR4600

NAR5400
NAR6400
NAR7000
NAR9000

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+Cert. NAR Rev.08-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

FILTRO PERCOLATORE AEROBICO DI CAMILLO SERBATOI

Con la presente dichiariamo che l'impianto di depurazione con filtro percolatore

AEROBICO in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), fornito da DI CAMILLO

SERBATOI è conforme per un numero di abitanti equivalenti come da scheda tecnica

(pag.1) alle indicazioni, dettate dal Comitato dei Ministri per la tutela delle Acque

dall'inquinamento (supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77, paragrafo 4)

pertanto rispetta le richieste del D.Lgs. 3 Aprile 2006, n. 152 se e solo se correttamente

dimensionato per gli abitanti equivalenti (AE) degli scarichi di civili abitazioni relativamente

alla rimozione del carico organico (BOD

5

) e dei solidi sospesi, quando installato a valle di

un impianto di trattamento primario opportunamente dimensionato, con le seguenti

precisazioni:

Ø

Concentrazione oli e grassi in ingresso <50 mg/l.

Ø

Il carico organico applicabile non deve essere superiore a 0.40 Kg di

BOD

5

/m

3

g

Ø

La portata di punta m3/h deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda

tecnica DI CAMILLO SERBATOI

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si rimette ai dati di progetto

indicati sulla scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

La garanzia è valida a condizione che l'apparecchio sia mantenuto in condizione di

regolare esercizio e regolare manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in

opera (vedi istruzioni per il rinterro) declinando ogni responsabilità in caso di errato

montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

filtri percolatore aerobici lisci

filtri percolatore anaer. e.r.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NANE Rev.06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA FILTRI PERCOLATORI ANAEROBICI

Emilia Romagna

Materiale: contenitore in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto di entrata e uscita in
PVC. Corpi di riempimento in polipropilene ad alta superficie specifica.
La L.R. 1053 del 9/6/2003 dell'Emilia Romagna richiede che, per il dimensionamento, si applichi la relazione S=N/h

2

che

lega superficie filtrante (S), numero di abitanti equivalenti (N) e altezza filtrante (h), quest'ultimo valore deve essere
compreso tra 0,9 e 1,5 m.
Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per trattamento secondario a basso carico idraulico e organico
volumetrico, mediante digestione anaerobica a biomassa adesa.
Uso e manutenzione
: lo sviluppo delle pellicole sui corpi di riempimento può sporcare eccessivamente il filtro, con il
rischio di fughe di solidi con l'effluente trattato. Per evitare uno scarico eccessivamente torbido si consiglia un'ispezione
del filtro con cadenza almeno annuale ed eventuali operazioni di pulizia. La pulizia verrà svolta attraverso un energico
lavaggio del letto filtrante eventualmente in controcorrente, prestando attenzione nella rimozione degli accumuli nelle
condotte di ingresso ed uscita e asportazione dei fanghi. Si ricorda anche che per un corretto funzionamento del filtro
percolatore è necessario prevedere un trattamento di decantazione in fossa Imhoff o simile a monte del filtro stesso.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.

















Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

HF  

mm  

Ø  E/U    

mm  

Tappi  

Prolunghe  

Sup.  

Filtro  

m

2

 

Vol.  

filtro  

m

3

 

S  x  h

2

 

Q

max

 

m

3

/h  

Q24  

m

3

/d  

CV  

kgBOD/m

3

d  

AE  

NANE1500  

1150  

1720   1360   1340   1150  

110  

CC455-­‐

CC255  

PP45-­‐

PP30  

1,04  

1,19  

1,37   0,02  

0,2  

0,04  

1  

NANE2000  

1150  

2280   1985   1965   1500  

110  

CC455-­‐

CC255  

PP45-­‐

PP30  

1,04  

1,56  

2,34   0,06  

0,4  

0,06  

2  

NANE3200  

1710  

1625   1240   1220   1160  

125  

CC455-­‐

CC355  

PP45-­‐

PP35  

2,24  

2,60  

3,0  

0,06  

0,6  

0,06  

3  

NANE3800  

1710  

1855   1490   1470   1340  

125  

CC455-­‐

CC355  

PP45-­‐

PP35  

2,24  

3,02  

4,0  

0,08  

0,8  

0,06  

4  

NANE4600  

1710  

2125   1745   1725   1500  

125  

CC455-­‐

CC355  

PP45-­‐

PP35  

2,24  

3,36  

5,04  

0,1  

1  

0,06  

5  

NANE5400  

1950  

2250   1700   1680   1500  

125  

CC455-­‐

CC455  

PP45-­‐

PP45  

2,9  

4,75  

6,5  

0,2  

1,5  

0,07  

6  

NANE5700   2420x1920   2100   1690   1670   1500  

125  

TAP700  

PP75  

3,78  

5,6  

8,5  

0,25  

2,5  

0,105  

8  

NANE7000  

2250  

2367   1885   1865   1500  

125  

CC600-­‐

CC455  

PP65-­‐

PP45  

3,98  

5,97  

8,96   0,18  

1,8  

0,04  

9  

NANE10700   2780  x  2430   2660   2270   2230   1500  

125  

TAP700  

PP75  

6,75  

10,12  

15,19   0,25  

2,5  

0,105  

15  

A.E.= abitanti equivalenti: Ø= diametro contenitore; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

HF = altezza massa filtrante; ØE/U = diametro entrata/uscita; Qmax = portata di punta; Q

24

: portata giornaliera; C

V

: carico biologico volumetrico.

NANE1500
NANE2000

NANE3200, NANE3800
NANE4600, NANE5400
NANE7000

NANE10700

NANE 5700

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NANE Rev.06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

FILTRO PERCOLATORE ANAEROBICO DI CAMILLO SERBATOI

EMILIA ROMAGNA


Con la presente dichiariamo che l'impianto di depurazione con filtro percolatore

ANAEROBICO in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), fornito da DI CAMILLO

SERBATOI è conforme per un numero di abitanti equivalenti come da scheda tecnica

(pag.1) alle indicazioni della Delibera Regionale 1053 del 9/6/2003 della Regione Emilia

Romagna, quando installato a valle di un impianto di trattamento primario

opportunamente dimensionato, per scarichi derivanti da insediamenti, installazioni ed

edifici isolati con recapito diverso dalla rete fognaria.

La garanzia è valida a condizione che l'apparecchio sia mantenuto in condizione di

regolare esercizio e regolare manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in

opera (vedi istruzioni per il rinterro) declinando ogni responsabilità in caso di errato

montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi

filtri percolatore aer. e.r.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica Gen.+Cert. NARE Rev.09-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA FILTRI PERCOLATORI AEROBICI

Emilia Romagna

Materiale: contenitore in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto di entrata e
uscita in PVC e guarnizioni in gomma. Corpi di riempimento in polipropilene ad alta superficie specifica.
La L.R. 1053 del 9/6/2003 dell'Emilia Romagna richiede che, per il dimensionamento, si applichi la relazione
S=N/h

2

che lega superficie filtrante (S), numero di abitanti equivalenti (N) e altezza filtrante (h).

Funzione: depurazione di acque reflue domestiche nere per trattamento secondario a basso carico idraulico e
organico volumetrico, mediante digestione aerobica a biomassa adesa.
Uso e manutenzione
: lo sviluppo delle pellicole sui corpi di riempimento può sporcare eccessivamente il filtro,
con il rischio di fughe di solidi con l'effluente trattato. Per evitare uno scarico eccessivamente torbido si consiglia
un'ispezione del filtro con cadenza almeno annuale ed eventuali operazioni di pulizia. La pulizia verrà svolta
attraverso un energico lavaggio del letto filtrante, prestando attenzione nella rimozione degli accumuli nelle
condotte di ingresso ed uscita e asportazione dei fanghi. Si ricorda anche che per un corretto funzionamento del
filtro percolatore è necessario prevedere un trattamento di decantazione in fossa Imhoff o simile a monte del filtro
stesso.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.

























Articolo

Ø

mm

H

mm

HE

mm

HU

mm

HF

mm

Ø

E/U
mm

Tappi

Prolunghe

Sup.

Filtro

m

2

Vol.

filtro

m

3

Sxh

2

Q

max

m

3

/h

Q24

m

3

/d

Cv

kgBOD/m

3

d

AE

NARE1500

1150

1720

1360

40

1150

110

CC455-

CC255

PP45-

PP30

1,04

1,19

1,37

0,02

0,2

0,04

1

NARE2000

1150

2280

1985

40

1500

110

CC455-

CC255

PP45-

PP30

1,04

1,56

2,34

0,06

0,4

0,06

2

NARE3200

1710

1625

1240

40

1160

110

CC455-

CC355

PP45-

PP35

2,24

2,60

3,0

0,06

0,6

0,06

3

NARE3800

1710

1885

1490

40

1340

110

CC455-

CC355

PP45-

PP35

2,24

3,02

4,02

0,08

0,8

0,06

4

NARE4600

1710

2125

1745

40

1500

125

CC455-

CC355

PP45-

PP35

2,24

3,36

5,04

0,1

1

0,06

5

NARE5400

1950

2250

1700

40

1500

125

CC455-

CC455

PP45-

PP45

2,9

4,75

6,5

0,2

1,5

0,07

6

NARE5700

2420

x1920

2100

1690

40

1500

125

TAP700

PP75

3,78

5,6

8,5

0,25

2,5

0,105

8

NARE7000

2250

2367

1885

40

1500

125

CC600-

CC455

PP65-

PP45

3,98

5,97

8,96

0,18

1,8

0,04

9

NARE10700

2780 x

2430

2660

2270

40

1500

125

TAP700

PP75

6,75

10,12

15,2

0,25

2,5

0,105

15

A.E.= abitanti equivalenti: Ø int.= diametro interno contenitore; H = altezza contenitore; ØE/U = diametro entrata/uscita;

HE = altezza entrata; HU = altezza uscita; HF = altezza massa filtrante; Qmax = portata di punta; Q

24

: portata giornaliera; C

V

: carico biologico volumetrico.

NARE1500
NARE2000


NARE3200 NARE3800

NARE4600 NARE 6400

NARE7000


NARE10700

NARE5700


/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica Gen.+Cert. NARE Rev.09-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

FILTRO PERCOLATORE AEROBICO DI CAMILLO SERBATOI

EMILIA ROMAGNA

Con la presente dichiariamo che l'impianto di depurazione con filtro percolatore

AEROBICO in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), fornito da DI CAMILLO

SERBATOI è conforme per un numero di abitanti equivalenti come da scheda tecnica

(pag.1) alle indicazioni della Delibera Regionale 1053 del 09/06/2003 della Regione Emilia

Romagna, quando installato a valle di un impianto di trattamento primario

opportunamente dimensionato, per scarichi derivanti da insediamenti, installazioni ed

edifici isolati con recapito diverso dalla rete fognaria.

La garanzia è valida a condizione che l'apparecchio sia mantenuto in condizione di

regolare esercizio e regolare manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in

opera (vedi istruzioni per il rinterro) declinando ogni responsabilità in caso di errato

montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

filtri perc. anaer.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. ITAN Italia-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA FILTRI PERCOLATORI ANAEROBICI

corrugati INFINITANK (mod. ITAN)

Materiale: contenitore da interro di tipo modulare di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con
tronchetto disperdente di entrata e uscita in PVC. Corpi di riempimento in polipropilene ad alta
superficie specifica.
Funzione
: depurazione di acque reflue domestiche nere per trattamento secondario a basso
carico idraulico e organico volumetrico, mediante digestione anaerobica a biomassa adesa.
Uso e manutenzione
: lo sviluppo delle pellicole sui corpi di riempimento può sporcare
eccessivamente il filtro, con il rischio di fughe di solidi con l'effluente trattato. Per evitare uno
scarico eccessivamente torbido si consiglia un'ispezione del filtro con cadenza almeno annuale ed
eventuali operazioni di pulizia. La pulizia verrà svolta attraverso un energico lavaggio del letto
filtrante eventualmente in controcorrente, prestando attenzione nella rimozione degli accumuli nelle
condotte di ingresso ed uscita e asportazione dei fanghi. Si ricorda anche che per un corretto
funzionamento del filtro percolatore è necessario prevedere un trattamento di decantazione in
fossa Imhoff o simile a monte del filtro stesso.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo
Serbatoi.




















A.E.= abitanti equivalenti: H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

ØE/U = diametro entrata/uscita; Qmax = portata di punta; Q

24

: portata giornaliera; C

V

: carico biologico volumetrico


Articolo

Lung.

mm

Ø

mm

H

mm

H

E

mm

H

U

mm

Ø

E/U
mm

Ispezioni
standard

Ispezioni

optional

Prolunga

Vol.

Filtro

(m3)

Q

max

(m3/h)

Q

24

(m3/g)

Carico

Volumetrico

(Kg

BOD

/m

3

d)

A.E.

ITAN

15000

5620

2100

2200

1750

1700

160

2 x 630

-

PP75

14,15

2,0

20,0

0,34

100

ITAN

22000

7880

2100

2200

1750

1700

160

2 x 630

1

PP75

20,70

3,0

30,0

0,32

140

ITAN

30000

10140 2100

2200

1720

1690

200

2 x 630

2

PP75

27,25

4,0

40,0

0,35

200

ITAN

36000

12400 2100

2200

1720

1690

200

2 x 630

3

PP75

33,80

5,0

50,0

0,34

240

Lung.

HU

HE

H

Ø

Ispezioni standard Ø 630 mm

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. ITAN Italia-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

FILTRO PERCOLATORE ANAEROBICO

corrugato DI CAMILLO SERBATOI


Con la presente dichiariamo che l'impianto di depurazione con filtro percolatore

ANAEROBICO in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) fornito da DI CAMILLO

SERBATOI è conforme per un numero di abitanti equivalenti come da scheda tecnica (pag.1)

alle indicazioni, dettate dal Comitato dei Ministri per la tutela delle Acque dall'inquinamento

(supplemento ordinario alla G.U. n. 48 del 21/02/77, paragrafo 4) pertanto rispetta le richieste

del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 se e solo se correttamente dimensionato per gli abitanti

equivalenti (AE) degli scarichi di civili abitazioni relativamente alla rimozione del carico

organico (BOD

5

) e dei solidi sospesi, quando installato a valle di un impianto di trattamento

primario opportunamente dimensionato, con le seguenti precisazioni:

Ø

Concentrazione oli e grassi in ingresso <50 mg/l.

Ø

Il carico organico applicabile non deve essere superiore a 0.40 Kg di BOD

5

/m

3

g

Ø

La portata di punta m3/h deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda

tecnica DI CAMILLO SERBATOI

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si rimette ai dati di progetto indicati

sulla scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

La garanzia è valida a condizione che l'apparecchio sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio e regolare manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera (vedi

istruzioni per il rinterro) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o

manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata all'autorità

competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

filtri perc. aer.

impianti fanghi attivi

Tali impianti sono disposti a valle dei principali trattamenti primari (Vasche imhoff, degrassatori) per migliorarne l'azione depurativaGuarda tutti i Prodotti per impianti fanghi attivi

fanghi attivi basso carico corrugato
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIFA Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTI A FANGHI ATTIVI

A BASSO CARICO corrugati

Materiale: contenitore corrugato e sedimentatore in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto di
entrata e uscita in PVC. Con soffiante e piastre microforate per la distribuzione dell'aria e n°2 pastiglie di cloro per la
disinfezione finale del refluo in uscita. Costruiti e certificati in conformità alla Norma UNI EN 12566-3.
Funzione:
depurazione di acque reflue domestiche nere mediante trattamento secondario di digestione aerobica.
L'impianto a Fanghi Attivi Di Camillo Serbatoi viene dimensionato per uno scarico domestico medio:
si considera una portata specifica scaricata di 200 l/AE x giorno; un carico di inquinamento organico pro capite di 60g

BOD

/AE x

giorno, la concentrazione in ingresso all'impianto viene ipotizzata pari a 240 mg

BOD

/l prevedendo a monte dell'impianto un

trattamento primario tipo Imhoff. E' importante installare a monte dell'impianto un degrassatore per la separazione di oli, grassi
e schiume e una vasca biologica per il trattamento primario delle acque nere, così che in condizioni di regolare esercizio, la
capacità depurativa dell'impianto arriva fino al 90% (abbattimento del carico organico come BOD

5

).

Uso e manutenzione: si consiglia di ispe zionare la vasca con cadenza almeno annuale e di procedere con eventuali
operazioni di estrazione del fango di supero. Tali operazioni vengono svolte di norma in concomitanza con i trattamenti di
ispezione e spurgo della fossa imhoff. La pulizia verrà svolta estraendo una parte dei fanghi di supero, prestando attenzione alla
rimozione degli accumuli nelle condotte di ingresso ed uscita ed operando la pulizia dei diffusori d'aria per prevenire eventuali
intasamenti. Le pastiglie di cloro in dotazione devono essere posizionate nell'apposito alloggio solo nel caso in cui l'impianto a
fanghi attivi recapiti direttamente nel corpo ricettore.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.



















Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  

E/U    

mm  

Prolunghe  

Volume    

aerato    

lt  

Volume    

sedim.    

lt  

Carico  

organico  

giornaliero  

(gBOD

5

/d)  

Carico  

idraulico  

giornaliero  

(lt/d)  

Soffiante  

Piatti    

diffusori  

n.  

AE  

NIFA1000  

1150  

1220  

880  

860  

110   PP45-­‐PP30  

607  

243  

240  

1000  

HP40  

1  

5  

NIFA1200   1900x708   1630   1250   1230   110   PP45-­‐PP35  

910  

290  

288  

1200  

HP40  

1  

6  

NIFA1500  

1150  

1720   1360   1340   110   PP45-­‐PP30  

906  

362  

384  

1600  

HP40  

1  

8  

NIFA1700   1900x708   2140   1760   1740   110   PP45-­‐PP35  

1363  

412  

432  

1800  

HP40  

1  

9  

NIFA2600  

1710  

1350   1000  

980  

125   PP45-­‐PP35  

1432  

629  

624  

2600  

HP80  

2  

13  

NIFA3200  

1710  

1625   1240   1220   125   PP45-­‐PP35  

1765  

760  

768  

3200  

HP80  

2  

16  

NIFA3800  

1710  

1855   1525   1505   125   PP45-­‐PP35  

2139  

965  

960  

4000  

HP80  

2  

20  

NIFA4600  

1710  

2125   1745   1725   160   PP45-­‐PP35  

2713  

1085  

1200  

5000  

HP80  

2  

25  

NIFA5400  

1950  

2250   1660   1640   160   PP45-­‐PP45  

3137  

1210  

1440  

6000  

HP80  

2  

30  

NIFA6400  

1950  

2530   1970   1950   160   PP45-­‐PP45  

3778  

1322  

1680  

7000  

HP80  

2  

35  

NIFA7000  

2250  

2367   1885   1865   160   PP65-­‐PP45  

5474  

1460  

1920  

8000  

HP150  

2  

40  

NIFA9000  

2250  

2625   2105   2085   160   PP65-­‐PP45  

5803  

2020  

2400  

10000  

HP150  

2  

50  

A.E.= abitanti equivalenti: Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata;

HU = altezza uscita; ØE/U = diametro entrata/uscita.

NIFA1000
NIFA1500

NIFA2600 NIFA3200
NIFA3800 NIFA4600

NIFA1200
NIFA1700

NIFA5400
NIFA6400
NIFA7000
NIFA9000

Alloggio pastiglia

di cloro

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIFA Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA COMPRESSORI D'ARIA A MEMBRANA

(

soffianti)

Descrizione e funzione: compressori d'aria a membrana utilizzati negli impianti a fanghi attivi per sviluppare
un sistema di aerazione necessario ai processi digestivi dei batteri di tipo aerobico, sfruttando il principio
della vibrazione elettromagnetica di un'asta di azionamento supportata da membrane in gomma sintetica.
Questo sistema riduce al minimo i consumi energetici, potendo fornire portate d'aria costanti senza
variazioni della pressione di esercizio. Notevole importanza ha la bassa rumorosità del circuito pneumatico e
della sezione vibrante. La temperatura di esercizio deve essere compresa tra - 20 °C e + 40 °C con una
umidità relativamente bassa.
Uso e manutenzione: la soffiante non presenta parti a contatto in movimento quindi non richiede alcun
intervento di lubrificazione. A parte la facile sostituzione di alcuni componenti (membrana) e la pulizia
trimestrale del filtro di aspirazione aria, il funzionamento è a lungo termine ed esente da altro tipo di
manutenzione.
E' bene comunque sistemarla in un apposito locale tecnico coperto, predisposto da personale qualificato,
avente le seguenti caratteristiche:

deve essere posizionato fuori terra, ad una distanza
massima di 10 m. dall'impianto di depurazione;

base di appoggio solida, piana e posizionata ad un
livello superiore dalla vasca, per evitare il ritorno dei
fanghi in caso di interruzione dell'erogazione dell'aria;

adeguato ricambio d'aria per evitare il surriscaldamento
della soffiante;

ambiente privo di gas corrosivi e non esposto a
vibrazioni;

quadro elettrico o prese di corrente (220V; 50Hz) in
numero adeguato, compresa una presa di servizio e
sezionatore manuale (a fusibili o magnetotermico), il tutto
predisposto da personale tecnico specializzato;

cavidotti di protezione del tubo aria, da locale tecnico a
bordo vasca (diametro minimo 80mm) e del tubo
elettrico, da locale tecnico a bordo vasca (diametro
minimo 63mm).


Modalità di installazione:

-

collegare un'estremità del tubo di adduzione aria in dotazione all' uscita della soffiante (vedi H in
Tab. 2) utilizzando le apposite fascette;

-

collegare l'altra estremità del tubo all'innesto rapido predisposto sulla vasca.


Precauzioni d'impiego:

eseguire tutte le operazioni di pulizia e/o sostituzione unicamente in assenza di corrente elettrica;

prima di compiere qualsiasi operazione di pulizia e/o sostituzione, assicurarsi che il corpo del
compressore si sia raffreddato per evitare eventuali rischi di bruciature;

è buona norma utilizzare, per eventuali riparazioni, solo materiali originali al fine di garantire la
sicurezza dell'apparecchiatura;

le operazioni di manutenzione che richiedono la presenza di energia elettrica, quali la ricerca di
guasti all'interno della soffiante, devono essere eseguite da personale qualificato;

non collegare il compressore a fonti di energia diverse da quelle indicate. In caso di dubbio sugli
allacciamenti NON collegare l'apparecchiatura.



ESEMPIO DI LOCALE TECNICO

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIFA Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


Tabella 1: Caratteristiche tecniche


Caratteristiche dimensionali (mm)

HP 40


HP 60 - HP 80













HP 150 - HP 200












Modello

Voltaggio

(V)

Frequenza

(Hz)

Watt

(W)

Ampere

(A)

Portata

(Lt./min)

Pressione

nominale

(bar)

Rumorosità

(dBa)

Peso

(Kg)

HP 40

220

50

31

0,32

40

0,130

< 39

4,9

HP 60

220

50

61

0,60

70

0,150

< 48

6,9

HP 80

220

50

91

1,00

88

0,150

< 57

7

HP 150

220

50

106

1,20

114

0,200

< 52

11,8

HP 200

220

50

152

1,90

148

0,200

< 53

12

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIFA Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

IMPIANTO A FANGHI ATTIVI A BASSO CARICO DI CAMILLO

SERBATOI

Con la presente dichiariamo che gli impianti di depurazione a FANGHI ATTIVI A BASSO CARICO

in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), forniti da DI CAMILLO SERBATOI sono dimensionati

per un numero di abitanti equivalenti come da scheda tecnica (pag.1), sono costruiti e certificati

secondo la Norma UNI EN 12566-3 e permettono di rispettare i limiti di scarico indicati dalla

Tabella 3 dell'Allegato 5 del D.Lgs. 3 Aprile 2006, n. 152 relativamente alla rimozione del carico

organico (BOD

5

e COD) e dei solidi sospesi garantendo i seguenti livelli di depurazione:

- BOD

5

: > 80 %

- COD: > 60 %

- SS (Solidi Sospesi): > 40 %

La garanzia è valida se sono rispettate le seguenti condizioni:

Ø

A monte dell'impianto siano installati opportuni trattamenti primari (degrassatore e vasca

biologica);

Ø

Concentrazione oli e grassi in ingresso <50 mg/l;

Ø

La portata media in m3/g deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI

CAMILLO SERBATOI.

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si rimette ai dati di progetto indicati sulla scheda

tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni per il

rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata all'autorità

competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

fanghi attivi basso carico liscio

fanghi attivi ossidazione totale
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIFAT Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTI A FANGHI ATTIVI

AD OSSIDAZIONE TOTALE corrugati

Materiale: contenitore corrugato in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto
di entrata e uscita in PVC. Con soffiante e piastre microforate per la distribuzione dell' aria.
Funzione:
depurazione di acque reflue domestiche nere mediante trattamento di digestione aerobica.
L'impianto a Fanghi Attivi Di Camillo Serbatoi viene dimensionato per uno scarico domestico medio:
si considera una portata specifica scaricata di 200 l/AE x giorno; un carico di inquinamento organico pro
capite di 60g

BOD

/AE x giorno, quindi una concentrazione in ingresso all'impianto fanghi attivi di 300 mg

BOD

/l in

assenza di sedimentazione primaria. E' importante separare grassi e schiume a monte della vasca a fanghi
attivi perchè questi potrebbero pregiudicarne il rendimento di depurazione, che in condizioni di regolare
esercizio arriva fino al 90% (percentuale di abbattimento del carico organico inteso come BOD

5

).

Uso e manutenzione: si consiglia di ispezionare la vasca con cadenza almeno annuale e di procedere con
eventuali operazioni di estrazione del fango di supero. Tali operazioni vengono svolte di norma in
concomitanza con i trattamenti di ispezione e spurgo della fossa imhoff. La pulizia verrà svolta estraendo
una parte dei fanghi di supero, prestando attenzione alla rimozione degli accumuli nelle condotte di ingresso
ed uscita ed operando la pulizia dei diffusori d'aria per prevenire eventuali intasamenti.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.
























Articolo  

Ø    

mm  

H    

mm  

HE    

mm  

HU    

mm  

Ø  

E/U    

mm  

Prolunghe  

Volume    

aerato    

lt  

Cv  

kgBOD/m

3

 

T.  ritenz.  

areazione  

H  

Soffiante  

OC  

kgO

2/

Kg

BOD

 

Piatti    

diffusori  

n.  

AE  

NIFAT1000  

1150   1220  

880  

860  

110  

PP45-­‐PP30  

850  

0,191  

37  

HP40  

6  

1  

2  

NIFAT1500  

1150   1720   1360   1340   110  

PP45-­‐PP30  

1268  

0,178  

40  

HP40  

4,8  

1  

4  

NIFAT2600  

1710   1350   1000  

980  

125  

PP45-­‐PP35  

2061  

0,242  

29  

HP80  

4,2  

2  

6  

NIFAT3200  

1710   1625   1240   1220   125  

PP45-­‐PP35  

2525  

0,226  

32  

HP80  

4  

2  

8  

NIFAT3800  

1710   1855   1525   1505   125  

PP45-­‐PP35  

3104  

0,211  

34  

HP80  

3,9  

2  

10  

NIFAT4600  

1710   2125   1745   1725   125  

PP45-­‐PP35  

3594  

0,21  

34  

HP80  

4,1  

2  

12  

NIFAT5400  

1950   2250   1700   1680   125  

PP45-­‐PP45  

4578  

0,287  

34,8  

HP80  

3,5  

2  

15  

NIFAT6400  

1950   2530   2000   1980   125  

PP45-­‐PP45  

5293  

0,318  

30,6  

HP80  

3,5  

2  

20  

NIFAT7000  

2250   2367   1885   1865   125  

PP65-­‐PP45  

6934  

0,214  

33,7  

HP150  

3  

2  

25  

NIFAT9000  

2250   2625   2105   2085   125  

PP65-­‐PP45  

7823  

0,224  

32  

HP150  

3  

2  

30  

A.E.= abitanti equivalenti: Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata;

HU = altezza uscita; ØE/U = diametro entrata/uscita; CV = Carico Volumetrico; OC = richiesta giornaliera di ossigeno

NIFAT5400
NIFAT6400
NIFAT7000
NIFAT9000

NIFAT2600
NIFAT3200
NIFAT3800
NIFAT4600

NIFAT1000
NIFAT1500

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIFAT Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA COMPRESSORI D'ARIA A MEMBRANA

(

soffianti)

Descrizione e funzione: compressori d'aria a membrana utilizzati negli impianti a fanghi attivi per sviluppare
un sistema di aerazione necessario ai processi digestivi dei batteri di tipo aerobico, sfruttando il principio
della vibrazione elettromagnetica di un'asta di azionamento supportata da membrane in gomma sintetica.
Questo sistema riduce al minimo i consumi energetici, potendo fornire portate d'aria costanti senza
variazioni della pressione di esercizio. Notevole importanza ha la bassa rumorosità del circuito pneumatico e
della sezione vibrante. La temperatura di esercizio deve essere compresa tra - 20 °C e + 40 °C con una
umidità relativamente bassa.
Uso e manutenzione: la soffiante non presenta parti a contatto in movimento quindi non richiede alcun
intervento di lubrificazione. A parte la facile sostituzione di alcuni componenti (membrana) e la pulizia
trimestrale del filtro di aspirazione aria, il funzionamento è a lungo termine ed esente da altro tipo di
manutenzione.
E' bene comunque sistemarla in un apposito locale tecnico coperto, predisposto da personale qualificato,
avente le seguenti caratteristiche:

deve essere posizionato fuori terra, ad una distanza
massima di 10 m. dall'impianto di depurazione;

base di appoggio solida, piana e posizionata ad un
livello superiore dalla vasca, per evitare il ritorno dei
fanghi in caso di interruzione dell'erogazione dell'aria;

adeguato ricambio d'aria per evitare il surriscaldamento
della soffiante;

ambiente privo di gas corrosivi e non esposto a
vibrazioni;

quadro elettrico o prese di corrente (220V; 50Hz) in
numero adeguato, compresa una presa di servizio e
sezionatore manuale (a fusibili o magnetotermico), il tutto
predisposto da personale tecnico specializzato;

cavidotti di protezione del tubo aria, da locale tecnico a
bordo vasca (diametro minimo 80mm) e del tubo
elettrico, da locale tecnico a bordo vasca (diametro
minimo 63mm).


Modalità di installazione:

-

collegare un'estremità del tubo di adduzione aria in dotazione all' uscita della soffiante (vedi H in
Tab. 2) utilizzando le apposite fascette;

-

collegare l'altra estremità del tubo all'innesto rapido predisposto sulla vasca.


Precauzioni d'impiego:

eseguire tutte le operazioni di pulizia e/o sostituzione unicamente in assenza di corrente elettrica;

prima di compiere qualsiasi operazione di pulizia e/o sostituzione, assicurarsi che il corpo del
compressore si sia raffreddato per evitare eventuali rischi di bruciature;

è buona norma utilizzare, per eventuali riparazioni, solo materiali originali al fine di garantire la
sicurezza dell'apparecchiatura;

le operazioni di manutenzione che richiedono la presenza di energia elettrica, quali la ricerca di
guasti all'interno della soffiante, devono essere eseguite da personale qualificato;

non collegare il compressore a fonti di energia diverse da quelle indicate. In caso di dubbio sugli
allacciamenti NON collegare l'apparecchiatura.



ESEMPIO DI LOCALE TECNICO

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIFAT Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com




Tabella 1: Caratteristiche tecniche

Caratteristiche dimensionali (mm)

HP 40


HP 60 - HP 80













HP 150 - HP 200













Modello

Voltaggio

(V)

Frequenza

(Hz)

Watt

(W)

Ampere

(A)

Portata

(Lt./min)

Pressione

nominale

(bar)

Rumorosità

(dBa)

Peso

(Kg)

HP 40

220

50

31

0,32

40

0,130

< 39

4,9

HP 60

220

50

61

0,60

70

0,150

< 48

6,9

HP 80

220

50

91

1,00

88

0,150

< 57

7

HP 150

220

50

106

1,20

114

0,200

< 52

11,8

HP 200

220

50

152

1,90

148

0,200

< 53

12

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. NIFAT Rev.07-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

IMPIANTO A FANGHI ATTIVI AD OSSIDAZIONE TOTALE DI

CAMILLO SERBATOI

Con la presente dichiariamo che gli impianti di depurazione a fanghi attivi ad ossidazione

totale in polietilene, forniti da DI CAMILLO SERBATOI sono conformi per un numero di

abitanti equivalenti come da scheda tecnica (pag.1) ai limiti indicati dalla Tabella 3

dell'Allegato 5 del D.Lgs. 3 Aprile 2006, n. 152 se e solo se correttamente dimensionati

per gli abitanti equivalenti (AE) degli scarichi di civili abitazioni relativamente alla rimozione

del carico organico (BOD

5

) e dei solidi sospesi e quando installati a valle di un impianto di

trattamento primario come degrassatura opportunamente dimensionato, con le seguenti

precisazioni:

Ø

Concentrazione oli e grassi in ingresso <50 mg/l.

Ø

La portata media in m3/g deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI

CAMILLO SERBATOI.

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si rimette ai dati di progetto indicati sulla

scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per il rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

imp. fanghi attivi basso carico
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica ITIFA Rev.00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTO A FANGHI ATTIVI A BASSO

CARICO

Materiale: contenitore corrugato da interro di tipo modulare e sedimentatore di polietilene lineare ad
alta densità (LLDPE), corredato di tronchetto di entrata e uscita in PVC, soffianti e piastre microforate
per la distribuzione dell'aria.
Funzione
: depurazione di acque reflue nere domestiche mediante trattamento secondario di
digestione aerobica.
L'impianto a fanghi attivi a basso carico Di Camillo Serbatoi è dimensionato per uno scarico
domestico medio:
si considera una portata specifica scaricata di 200 l/AE x giorno; un carico di inquinamento organico
pro capite di 60g

BOD

/AE x giorno; concentrazione in ingresso all'impianto ipotizzata pari a 240 mg

BOD

/l

prevedendo a monte dell'impianto un trattamento primario tipo Imhoff. E' importante separare grassi e
schiume a monte della vasca a fanghi attivi perchè questi potrebbero pregiudicarne il rendimento di
depurazione che in condizioni di regolare esercizio arriva fino al 90% (percentuale di abbattimento del
carico organico come BOD

5

).

Uso e manutenzione: si consiglia di ispezionare la vasca con cadenza almeno annuale e di
procedere con eventuali interventi di estrazione del fango di supero. Tali operazioni sono svolte di
norma in concomitanza con l'ispezione e lo spurgo dei trattamenti primari (degrassatore e vasca
biologica Imhoff). La pulizia verrà svolta estraendo una parte dei fanghi di supero, rimuovendo gli
accumuli presenti nelle condotte di ingresso ed uscita e pulendo i diffusori d'aria per prevenire
eventuali intasamenti.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo
Serbatoi.













A.E.= abitanti equivalenti: H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

ØE/U = diametro entrata/uscita; C

V

: carico biologico volumetrico

Articolo

Lung.

mm

Ø

mm

H

mm

H

E

mm

H

U

mm

ØE/U

mm

Prolunga

Vol.

Areato

(l)

Vol.

Sedim.

(l)

Carico

Volumetrico
(Kg

BOD

/m

3

d)

Tempo di

ritenzione

Soffiante

Mod.

OC

Kg

o2

Kg

BOD

piatti

diffusori

A.E.

Aeraz.

(h)

Sedim.

(h)

ITIFA

15000

5620 2100 2200 1850 1830

160

2xPP75 14150

402

0,39

14,50

4,7

2xHP80

3

4

75

ITIFA

22000

7880 2100 2200 1850 1830

160

3xPP75 20700

402

0,39

14,50

4,7

3xHP80

3

6

120

ITIFA

30000

10140 2100 2200 1850 1830

160

4xPP75 27250

402

0,39

14,50

4,7

4xHP80

3

8

150

ITIFA

36000

12400 2100 2200 1850 1830

160

5xPP75 33800

402

0,39

14,50

4,7

4xHP80

3

10

180

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica ITIFA Rev.00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA COMPRESSORI D'ARIA A MEMBRANA

(soffianti)

Descrizione e funzione: compressori d'aria a membrana utilizzati negli impianti a fanghi attivi per sviluppare
un sistema di aerazione necessario ai processi digestivi dei batteri di tipo aerobico, sfruttando il principio
della vibrazione elettromagnetica di un'asta di azionamento supportata da membrane in gomma sintetica.
Questo sistema riduce al minimo i consumi energetici, potendo fornire portate d'aria costanti senza
variazioni della pressione di esercizio. Notevole importanza ha la bassa rumorosità del circuito pneumatico e
della sezione vibrante. La temperatura di esercizio deve essere compresa tra - 20 °C e + 40 °C con una
umidità relativamente bassa.
Uso e manutenzione: la soffiante non presenta parti a contatto in movimento quindi non richiede alcun
intervento di lubrificazione. A parte la facile sostituzione di alcuni componenti (membrana) e la pulizia
trimestrale del filtro di aspirazione aria, il funzionamento è a lungo termine ed esente da altro tipo di
manutenzione.
E' bene comunque sistemarla in un apposito locale tecnico coperto, predisposto da personale qualificato,
avente le seguenti caratteristiche:

deve essere posizionato fuori terra, ad una distanza
massima di 10 m. dall'impianto di depurazione;

base di appoggio solida, piana e posizionata ad un
livello superiore dalla vasca, per evitare il ritorno dei
fanghi in caso di interruzione dell'erogazione dell'aria;

adeguato ricambio d'aria per evitare il surriscaldamento
della soffiante;

ambiente privo di gas corrosivi e non esposto a
vibrazioni;

quadro elettrico o prese di corrente (220V; 50Hz) in
numero adeguato, compresa una presa di servizio e
sezionatore manuale (a fusibili o magnetotermico), il tutto
predisposto da personale tecnico specializzato;

cavidotti di protezione del tubo aria, da locale tecnico a
bordo vasca (diametro minimo 80mm) e del tubo
elettrico, da locale tecnico a bordo vasca (diametro
minimo 63mm).


Modalità di installazione:

-

collegare un'estremità del tubo di adduzione aria in dotazione all' uscita della soffiante (vedi H in
Tab. 2) utilizzando le apposite fascette;

-

collegare l'altra estremità del tubo all'innesto rapido predisposto sulla vasca.


Precauzioni d'impiego:

eseguire tutte le operazioni di pulizia e/o sostituzione unicamente in assenza di corrente elettrica;

prima di compiere qualsiasi operazione di pulizia e/o sostituzione, assicurarsi che il corpo del
compressore si sia raffreddato per evitare eventuali rischi di bruciature;

è buona norma utilizzare, per eventuali riparazioni, solo materiali originali al fine di garantire la
sicurezza dell'apparecchiatura;

le operazioni di manutenzione che richiedono la presenza di energia elettrica, quali la ricerca di
guasti all'interno della soffiante, devono essere eseguite da personale qualificato;

non collegare il compressore a fonti di energia diverse da quelle indicate. In caso di dubbio sugli
allacciamenti NON collegare l'apparecchiatura.



ESEMPIO DI LOCALE TECNICO

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica ITIFA Rev.00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



Tabella 1: Caratteristiche tecniche

Caratteristiche dimensionali (mm)

HP 40


HP 60 - HP 80













HP 150 - HP 200











Modello

Voltaggio

(V)

Frequenza

(Hz)

Watt

(W)

Ampere

(A)

Portata

(Lt./min)

Pressione

nominale

(bar)

Rumorosità

(dBa)

Peso

(Kg)

HP 40

220

50

31

0,32

40

0,130

< 39

4,9

HP 60

220

50

61

0,60

70

0,150

< 48

6,9

HP 80

220

50

91

1,00

88

0,150

< 57

7

HP 150

220

50

106

1,20

114

0,200

< 52

11,8

HP 200

220

50

152

1,90

148

0,200

< 53

12

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica ITIFA Rev.00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

IMPIANTO A FANGHI ATTIVI MODULARE DI CAMILLO

SERBATOI

Con la presente dichiariamo che l'impianto di depurazione modulare a FANGHI ATTIVI A BASSO

CARICO in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), fornito da DI CAMILLO SERBATOI, è

progettato e costruito secondo la Norma UNI EN 12566-3 e permette di rispettare i limiti di scarico

indicati dalla Tabella 3 dell'Allegato 5 del D.Lgs. 3 Aprile 2006, n. 152 relativamente alla rimozione

del carico organico (BOD

5

e COD) e dei solidi sospesi.

La garanzia è valida se sono rispettate le seguenti condizioni:

Ø

A monte dell'impianto siano installati opportuni trattamenti primari (degrassatore e vasca

biologica);

Ø

Concentrazione oli e grassi in ingresso <50 mg/l;

Ø

La portata media in m3/g deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI

CAMILLO SERBATOI.

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si rimette ai dati di progetto indicati sulla scheda

tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera (vedi istruzioni per il

rinterro) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata all'autorità

competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

trattamento secondario

Sono formati da un impianto a fanghi attivi e da un filtro percolatore anaerobico riescono ad abbattere il 100% del carico organicoGuarda tutti i Prodotti per trattamento secondario

trattamento secondario tab.4
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA TRATTAMENTO SECONDARIO SPINTO PER

SCARICO IN TABELLA 4 mod. DEP

Materiale: vasche in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) collegate in serie. Tronchetti
di entrata e uscita liquami e di collegamento in PVC. Corpi di riempimento del filtro percolatore in
polipropilene ad alta superficie specifica. Impianto a fanghi attivi con sedimentatore in monoblocco di
polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con soffiante e piastre in gomma microforate per la distribuzione
dell'aria a bolle fini.
Funzione: il trattamento secondario spinto formato da un percolatore anaerobico e da un impianto a fanghi
attivi permette di ottenere un abbattimento vicino al 100 % per quello che riguarda il carico organico e i solidi
sospesi e una riduzione molto spinta del carico di azoto e di fosforo. Il filtro percolatore è un reattore
biologico nel quale i microrganismi, in condizioni anaerobiche, utilizzano la sostanza biodegradabile
contenuta nel refluo. Questi si sviluppano sulla superficie di appositi corpi di riempimento in polipropilene
disposti alla rinfusa, pensati proprio per rendere massima la superficie di contatto tra i microrganismi e il
refluo. Gli impianti a fanghi attivi sono sistemi nei quali la flora batterica si sviluppa in colonie che rimangono
in sospensione nel refluo e consumano il materiale biodegradabile rimanente. Il processo è totalmente
aerobico e l'ossigeno necessario allo sviluppo dei batteri è fornito da un sistema di aerazione mediante
diffusori sommersi che dal fondo della vasca disperdono un flusso d'aria a bolle fini. Questo garantisce
anche una continua miscelazione del refluo. All'uscita dell'impianto a fanghi attivi è presente un alloggio
dove posizionare una pastiglia di cloro che permette di disinfettare il refluo in uscita dall'impianto di
depurazione prima di essere scaricato.
Installazione: da installare a valle di opportuni trattamenti primari (degrassatore e Vasca biologica).
Per il rinterro seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.

















/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



Articolo  

Filtro  percolatore  anaerobico  

Impianto  a  fanghi  attivi  a  basso  carico  

AE  

Articolo  

Ø  

mm  

H  

mm  

Prolunghe  

Vol.  

filtro  

m

3

 

Articolo  

Ø  

mm  

H  

mm  

Prolunghe  

Volume    

aerato    

lt  

Volume    

sedim.    

lt  

Soffiante  

DEP07  

NAN1000  

1150   1220   PP45-­‐PP30   0,85  

NIFA1000  

1150   1220   PP45-­‐PP30  

607  

243  

HP40  

7  

DEP09  

NAN1000  

1150   1220   PP45-­‐PP30   0,85  

NIFA1500  

1150   1720   PP45-­‐PP30  

906  

362  

HP40  

9  

DEP11  

NAN1500  

1150   1720   PP45-­‐PP30  

1,2  

NIFA1500  

1150   1720   PP45-­‐PP30  

906  

362  

HP40  

11  

DEP13  

NAN1500  

1150   1720   PP45-­‐PP30  

1,2  

NIFA2600  

1710   1350   PP45-­‐PP35  

1432  

629  

HP80  

13  

DEP15  

NAN2600  

1710   1350   PP45-­‐PP35   2,06  

NIFA2600  

1710   1350   PP45-­‐PP35  

1432  

629  

HP80  

15  

DEP17  

NAN2600  

1710   1350   PP45-­‐PP35   2,06  

NIFA3200  

1710   1625   PP45-­‐PP35  

1765  

760  

HP80  

17  

DEP20  

NAN3200  

1710   1625   PP45-­‐PP35   2,52  

NIFA3200  

1710   1625   PP45-­‐PP35  

1765  

760  

HP80  

20  

DEP23  

NAN3200  

1710   1625   PP45-­‐PP35   2,52  

NIFA3800  

1710   1855   PP45-­‐PP35  

2139  

965  

HP80  

23  

DEP26  

NAN3800  

1710   1855   PP45-­‐PP35   3,17  

NIFA3800  

1710   1855   PP45-­‐PP35  

2139  

965  

HP80  

26  

DEP30  

NAN3800  

1710   1855   PP45-­‐PP35   3,17  

NIFA4600  

1710   2125   PP45-­‐PP35  

2713  

1085  

HP80  

30  

DEP35  

NAN4600  

1710   2125   PP45-­‐PP35   3,83  

NIFA4600  

1710   2125   PP45-­‐PP35  

2713  

1085  

HP80  

35  

DEP40  

NAN4600  

1710   2125   PP45-­‐PP35   3,83  

NIFA7000  

2250   2367   PP65-­‐PP45  

5474  

1460  

HP150  

40  

DEP47  

NAN7000  

2250   2367   PP65-­‐PP45   6,93  

NIFA7000  

2250   2367   PP65-­‐PP45  

5474  

1460  

HP150  

47  

DEP52  

NAN7000  

2250   2367   PP65-­‐PP45   6,93  

NIFA9000  

2250   2625   PP65-­‐PP45  

5803  

2020  

HP150  

52  

DEP60  

NAN9000  

2250   2625   PP65-­‐PP45   7,82  

NIFA9000  

2250   2625   PP65-­‐PP45  

5803  

2020  

HP150  

60  






SCHEMA DI INSTALLAZIONE

Depuratore

DEP

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



INSTALLAZIONE DELL'IMPIANTO

Vasche

Prima di procedere all'installazione delle vasche verificare la presenza di tutti i componenti

dell'impianto: filtro percolatore anaerobico e vasca a fanghi attivi, 1 soffiante compressore, piatti
diffusori (uno o due a seconda del modello) all'interno dell'impianto a fanghi attivi.

L'impianto va installato esclusivamente a valle dei sistemi di trattamento primari (degrassatore
ed Imhoff).

Il filtro percolatore anaerobico va installato a monte dell'impianto a fanghi attivi.

Per evitare la generazione di cattivi odori durante l'esercizio dell'impianto, collegare sempre la
connessione per lo sfiato del biogas
di entrambe le vasche ad un'opportuna condotta portata
all'aria aperta, preferibilmente sul tetto del fabbricato.

Interrare le vasche seguendo scrupolosamente le modalità d'interro fornite da DI CAMILLO
SERBATOI. Le vasche per la depurazione DI CAMILLO SERBATOI devono essere sempre
interrate
.


Soffianti-compressori

E' bene sistemare le soffianti in un apposito locale tecnico coperto, predisposto da personale
qualificato, avente le seguenti caratteristiche:
- deve essere posizionato fuori terra, ad una distanza

massima di 10 m dall'impianto di depurazione;

- base di appoggio solida, piana e posizionata ad un livello

superiore dalla vasca, per evitare il ritorno dei fanghi in
caso di interruzione dell'erogazione dell'aria;

- adeguato ricambio d'aria per evitare il surriscaldamento

della soffiante;

- ambiente privo di gas corrosivi e non esposto a

vibrazioni;

- quadro elettrico o prese di corrente (220V; 50Hz) in

numero adeguato, compresa una presa di servizio e
sezionatore manuale (a fusibili o magnetotermico), il tutto
predisposto da personale tecnico specializzato;

- cavidotti di protezione del tubo aria, da locale tecnico a

bordo vasca (diametro minimo 80mm) e del tubo elettrico,
da locale tecnico a bordo vasca (diametro minimo
63mm).

Collegare un'estremità del tubo di adduzione aria in dotazione all' uscita delle soffianti utilizzando le
apposite fascette.

Collegare l'altra estremità del tubo all'innesto rapido predisposto sulla vasca.

Prima di accendere la soffiante verificare che il rubinetto posto in fondo al tubo di adduzione aria sia
in posizione di apertura.

Appena messo in funzione l'impianto, verificare, mediante i tappi d'ispezione, che tutti i dispositivi
funzionino. In particolare verificare che ci sia insufflazione d'aria nell'impianto a fanghi attivi.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



MANUTENZIONE DELL'IMPIANTO

Filtro percolatore

Per ridurre i tempi di entrata a regime del percolatore (così come per i fanghi attivi) si consiglia
l'utilizzo, per i primi 10-15 giorni di funzionamento, del BIOATTIVATORE DI CAMILLO SERBATOI.

Con cadenza almeno annuale si consiglia di ispezionare il filtro e il livello di torbidità del refluo in
uscita da esso.

Quando il filtro appare eccessivamente sporco e non garantisce più uno scarico sufficientemente
limpido (di norma ogni 12-15 mesi) è necessario svolgere le operazioni di pulizia del filtro. La
pulizia verrà svolta da personale autorizzato attraverso un energico lavaggio del letto filtrante
eventualmente in controcorrente, prestando attenzione nella rimozione degli accumuli nelle condotte
di ingresso e uscita e asportazione dei fanghi.

A seguito delle operazioni di pulizia del filtro si consiglia l'utilizzo, per i 5-10 giorni successivi, del
BIOATTIVATORE DI CAMILLO SERBATOI allo scopo di ripristinare il livello di flora batterica
ottimale per la depurazione.

Durante le ispezioni verificare che lo sfiato per il biogas non sia intasato

Impianto a fanghi attivi

Riempire all'avviamento l'impianto a fanghi attivi di liquami ed inseminarlo con una quantità notevole
di fanghi provenienti da un altro impianto o da una fossa Imhoff operanti in modo corretto. Se non è
possibile utilizzare per i primi 10-15 giorni di funzionamento il BIOATTIVATORE DI CAMILLO
SERBATOI.

Mantenere permanentemente acceso il compressore per l'alimentazione dell'aria, un prolungato
stato di anossia (assenza di ossigeno) può provocare l'estinzione dei microrganismi che
garantiscono l'efficacia del trattamento.

Controllare periodicamente il sedimentatore per vedere se vi siano zone di ristagno del fango.

Per quanto concerne il compartimento di digestione è necessario misurare il livello del fango nella
camera, ogni 30-60 giorni. La frequenza esatta viene comunque fissata in base all'esperienza dei
primi mesi di conduzione. Quando da queste rilevazioni risulta che il livello del fango ha raggiunto i
40/50 cm dal punto più basso dall'apertura dei due compartimenti è necessario procedere allo
spurgo. La cadenza è in linea di massima semestrale.

Evitare l'ingresso di sostanze tossiche e velenose se non precedentemente diluite in modo da
diminuire l'impatto con la flora batterica. Di seguito si elencano le principali sostanze chimiche
tossiche:
-

cloro e suoi derivati (candeggina);

-

solventi e diluenti sintetici;

-

diserbanti;

-

insetticidi;

-

oli minerali;

-

sostanze usate per la disinfezione in genere;

-

sostanza chimiche tossiche in genere.

Gli impianti a fanghi attivi vengono costruiti con un comparto di disinfezione inserito lungo la
condotta di scarico del refluo. Nell'apposito alloggiamento è possibile inserire una pastiglia di cloro,
per produrre un effetto disinfettante che dura per 30-60 giorni. Inserire la pastiglia di cloro
esclusivamente nell'apposito alloggio, mai all'interno delle vasche di depurazione.

Effettuare periodicamente operazioni di pulizia:
-

rimuovere i solidi galleggianti e avviarli allo smaltimento;

-

pulire con un raschietto del materiale aderente le pareti interne della vasca ed i diaframmi in
ingresso e in uscita, assicurandosi che il materiale più pesante scenda, attraverso l'apertura, nel
comparto di digestione e rimuovendo il materiale più leggero che si raccoglie in superficie;

-

assicurarsi che la bocca del sedimentatore sia completamente libera, utilizzare un'asta o lo
stesso raschietto sopra menzionato per la pulizia delle pareti, allo scopo di rimuovere il materiale
che eventualmente vada a bloccare l'apertura stessa in qualche punto.

Rompere periodicamente l'eventuale crosta che si forma per permettere al gas e all'ossigeno di
fuoriuscire liberamente.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



In caso di PH basso rilevabile dalla formazione di cattivi odori ricorrere all'aggiunta di reattivi quali la
calce per riportare il PH a valori leggermente superiori alla neutralità (generalmente sono sufficienti
40-50g di calce per m3 di volume utile del compartimento di digestione).

Specie nei periodi più caldi dell'anno rimuovere periodicamente con un colino le larve che
potrebbero proliferare a seguito della diminuzione dell'effetto di dispersione dell'ossigeno.

Per quello che riguarda i piatti diffusori, non sono necessarie particolari attività di manutenzione. E'
bene comunque pulirli con un getto d'acqua ogni volta che si effettua l'estrazione dei fanghi dalla
vasca, per prevenire eventuali accumuli nei microfori che comporterebbero una scarsa insufflazione
d'aria ed un conseguente minor rendimento dell'impianto.

Soffianti

La soffiante non presenta parti a contatto in movimento quindi non richiede alcun intervento di
lubrificazione.

A parte la facile sostituzione di alcuni componenti (membrana) e la pulizia trimestrale del filtro di
aspirazione aria, il funzionamento è a lungo termine ed esente da altro tipo di manutenzione.

Durante le attività di manutenzione della soffiante è comunque necessario seguire le seguenti
avvertenze:
-

eseguire tutte le operazioni di pulizia e/o sostituzione unicamente in assenza di corrente
elettrica;

-

prima di compiere qualsiasi operazione di pulizia e/o sostituzione, assicurarsi che il corpo del
compressore si sia raffreddato per evitare eventuali rischi di bruciature;

-

è buona norma utilizzare, per eventuali riparazioni, solo materiali originali al fine di garantire la
sicurezza dell'apparecchiatura;

-

le operazioni di manutenzione che richiedono la presenza di energia elettrica, quali la ricerca di
guasti all'interno della soffiante, devono essere eseguite da personale qualificato;

-

non collegare il compressore a fonti di energia diverse da quelle indicate. In caso di dubbio sugli
allacciamenti NON collegare l'apparecchiatura.

Assicurarsi che la soffiante sia sempre in funzione.

Durante le ispezioni delle vasche assicurarsi che all'interno dell'impianto a fanghi attivi ci sia una
reale insufflazione continua di aria.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

IMPIANTO DI DEPURAZIONE SECONDARIO SPINTO

PER SCARICO IN TABELLA 4 Mod. DEP

Con la presente dichiariamo che l' impianto di depurazione secondario spinto in polietilene

mod. DEP, composto da un filtro percolatore anaerobico e da un impianto a fanghi attivi,

fornito da DI CAMILLO SERBATOI, è conforme per il trattamento secondario dei reflui

civili, come da scheda tecnica, ai limiti indicati dalla Tabella 4 dell'Allegato 5 del D.Lgs. 3

aprile 2006, n. 152 se e solo se correttamente dimensionato per gli abitanti equivalenti

(AE) degli scarichi di civili abitazioni relativamente alla rimozione del carico organico

(BOD

5

) e dei solidi sospesi e quando installato a valle di un impianto di trattamento

primario opportunamente dimensionato, con le seguenti precisazioni:

Ø

Concentrazione oli e grassi in ingresso <50 mg/l.

Ø

La portata media in m3/g deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica

DI CAMILLO SERBATOI.

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si rimette ai dati di progetto indicati sulla

scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per il rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

trattamento secondario ricircolo
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP RF.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA TRATTAMENTO SECONDARIO SPINTO CON

RICIRCOLO DEI FANGHI mod. DEP-RF

Materiale: vasche in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) collegate in serie. Tronchetti
di entrata e uscita liquami e di collegamento in PVC. Corpi di riempimento del filtro percolatore in
polipropilene ad alta superficie specifica. Coperchio del filtro percolatore corredato di predisposizione per il
collegamento del tubo di ricircolo fanghi. Impianto a fanghi attivi con sedimentatore in monoblocco di
polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con soffiante e piastre in gomma microforate per la distribuzione
dell'aria a bolle fini. Ulteriore soffiante e tubo in polietilene per il ricircolo air lift dei fanghi.
Funzione: il trattamento secondario formato da un percolatore anaerobico e da un impianto a fanghi attivi
con ricircolo permette di ottenere un abbattimento vicino al 100 % per quello che riguarda il carico organico e
i solidi sospesi e una riduzione molto spinta del carico di azoto e di fosforo. Il filtro percolatore è un reattore
biologico nel quale i microrganismi, in condizioni anaerobiche, utilizzano la sostanza biodegradabile
contenuta nel refluo. Questi si sviluppano sulla superficie di appositi corpi di riempimento in polipropilene
disposti alla rinfusa, pensati proprio per rendere massima la superficie di contatto tra i microrganismi e il
refluo. Gli impianti a fanghi attivi sono sistemi nei quali la flora batterica si sviluppa in colonie che rimangono
in sospensione nel refluo e consumano il materiale biodegradabile rimanente. Il processo è totalmente
aerobico e l'ossigeno necessario allo sviluppo dei batteri è fornito da un sistema di aerazione mediante
diffusori sommersi che dal fondo della vasca disperdono un flusso d'aria a bolle fini. Questo garantisce
anche una continua miscelazione del refluo. Parte dei fanghi presenti nella vasca vengono, mediante un
sistema air lift, ricircolati all'interno del percolatore. In questo modo l'attività di rimozione del carico organico,
dell'azoto e del fosforo risulta massima. All'uscita dell'impianto a fanghi attivi è presente un alloggio dove
posizionare una pastiglia di cloro che permette di disinfettare il refluo in uscita dall'impianto di depurazione
prima di essere scaricato.
Installazione: da installare a valle di opportuni trattamenti primari (degrassatore e Vasca biologica).
Per il rinterro seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.














/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP RF.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



Articolo  

Filtro  percolatore  anaerobico  

Impianto  a  fanghi  attivi  a  basso  carico  

AE  

Articolo  

Ø  

mm  

H  

mm  

Prolunghe  

Vol.  

filtro  

m

3

 

Articolo  

Ø  

mm  

H  

mm  

Prolunghe  

Volume    

aerato    

lt  

Volume    

sedim.    

lt  

Soffianti  

DEP07RF  

NAN1000R   1150   1220   PP45-­‐PP30   0,85   NIFA1000R   1150   1220   PP45-­‐PP30  

607  

243  

HP40-­‐HP40  

7  

DEP09RF  

NAN1000R   1150   1220   PP45-­‐PP30   0,85   NIFA1500R   1150   1720   PP45-­‐PP30  

906  

362  

HP40-­‐HP40  

9  

DEP11RF  

NAN1500R   1150   1720   PP45-­‐PP30  

1,2  

NIFA1500R   1150   1720   PP45-­‐PP30  

906  

362  

HP40-­‐HP40  

11  

DEP13RF  

NAN1500R   1150   1720   PP45-­‐PP30  

1,2  

NIFA2600R   1710   1350   PP45-­‐PP35  

1432  

629  

HP80-­‐HP60  

13  

DEP15RF  

NAN2600R   1710   1350   PP45-­‐PP35   2,06   NIFA2600R   1710   1350   PP45-­‐PP35  

1432  

629  

HP80-­‐HP60  

15  

DEP17RF  

NAN2600R   1710   1350   PP45-­‐PP35   2,06   NIFA3200R   1710   1625   PP45-­‐PP35  

1765  

760  

HP80-­‐HP60  

17  

DEP20RF  

NAN3200R   1710   1625   PP45-­‐PP35   2,52   NIFA3200R   1710   1625   PP45-­‐PP35  

1765  

760  

HP80-­‐HP60  

20  

DEP23RF  

NAN3200R   1710   1625   PP45-­‐PP35   2,52   NIFA3800R   1710   1855   PP45-­‐PP35  

2139  

965  

HP80-­‐HP60  

23  

DEP26RF  

NAN3800R   1710   1855   PP45-­‐PP35   3,17   NIFA3800R   1710   1855   PP45-­‐PP35  

2139  

965  

HP80-­‐HP60  

26  

DEP30RF  

NAN3800R   1710   1855   PP45-­‐PP35   3,17   NIFA4600R   1710   2125   PP45-­‐PP35  

2713  

1085  

HP80-­‐HP80  

30  

DEP35RF  

NAN4600R   1710   2125   PP45-­‐PP35   3,83   NIFA4600R   1710   2125   PP45-­‐PP35  

2713  

1085  

HP80-­‐HP80  

35  

DEP40RF  

NAN4600R   1710   2125   PP45-­‐PP35   3,83   NIFA7000R   2250   2367   PP65-­‐PP45  

5474  

1460  

HP150-­‐HP150   40  

DEP47RF  

NAN7000R   2250   2367   PP65-­‐PP45   6,93   NIFA7000R   2250   2367   PP65-­‐PP45  

5474  

1460  

HP150-­‐HP150   47  

DEP52RF  

NAN7000R   2250   2367   PP65-­‐PP45   6,93   NIFA9000R   2250   2625   PP65-­‐PP45  

5803  

2020  

HP150-­‐HP150   52  

DEP60RF  

NAN9000R   2250   2625   PP65-­‐PP45   7,82   NIFA9000R   2250   2625   PP65-­‐PP45  

5803  

2020  

HP150-­‐HP150   60  





SCHEMA DI INSTALLAZIONE

Depuratore

DEP-RF

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP RF.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com




INSTALLAZIONE DELL'IMPIANTO

Vasche

Prima di procedere all'installazione delle vasche verificare la presenza di tutti i componenti

dell'impianto: filtro percolatore anaerobico e vasca a fanghi attivi entrambe con predisposizione per il
ricircolo air-lift dei fanghi e con connessione per sfiato del biogas, 2 soffianti compressori (non
necessariamente uguali), piatti diffusori (uno o due a seconda del modello) all'interno dell'impianto a
fanghi attivi.

L'impianto va installato esclusivamente a valle dei sistemi di trattamento primari (degrassatore
ed Imhoff).

Il filtro percolatore anaerobico va installato a monte dell'impianto a fanghi attivi.

La distanza tra l'uscita del filtro percolatore e l'entrata dell'impianto a fanghi attivi non deve essere
superiore a 1 metro. Distanze più elevate non permettono il ricircolo air-lift dei fanghi.

Per evitare la generazione di cattivi odori durante l'esercizio dell'impianto, collegare sempre la
connessione per lo sfiato del biogas
di entrambe le vasche ad un'opportuna condotta portata
all'aria aperta, preferibilmente sul tetto del fabbricato.

Effettuare il collegamento per il ricircolo air-lift dei fanghi con un tubo in PE del diametro di 1,5". Il
tubo deve essere rigido e caratterizzato da una pendenza negativa (attorno al 2-3 %) nel passaggio
dal fanghi attivi al filtro percolatore (ved. figura a pagina precedente).

Interrare le vasche seguendo scrupolosamente le modalità d'interro fornite da DI CAMILLO
SERBATOI. Le vasche per la depurazione DI CAMILLO SERBATOI devono essere sempre
interrate
.


Soffianti-compressori

E' bene sistemare le soffianti in un apposito locale tecnico coperto, predisposto da personale
qualificato, avente le seguenti caratteristiche:
- deve essere posizionato fuori terra, ad una distanza

massima di 10 m dall'impianto di depurazione;

- base di appoggio solida, piana e posizionata ad un livello

superiore dalla vasca, per evitare il ritorno dei fanghi in
caso di interruzione dell'erogazione dell'aria;

- adeguato ricambio d'aria per evitare il surriscaldamento

della soffiante;

- ambiente privo di gas corrosivi e non esposto a

vibrazioni;

- quadro elettrico o prese di corrente (220V; 50Hz) in

numero adeguato, compresa una presa di servizio e
sezionatore manuale (a fusibili o magnetotermico), il tutto
predisposto da personale tecnico specializzato;

- cavidotti di protezione del tubo aria, da locale tecnico a

bordo vasca (diametro minimo 80mm) e del tubo elettrico,
da locale tecnico a bordo vasca (diametro minimo
63mm).

Collegare un'estremità del tubo di adduzione aria in dotazione all' uscita delle soffianti utilizzando le
apposite fascette.

Collegare l'altra estremità del tubo all'innesto rapido predisposto sulla vasca.

Prima di accendere la soffiante verificare che il rubinetto posto in fondo al tubo di adduzione aria sia
in posizione di apertura.

Nel caso in cui le soffianti per il ricircolo air-lift dei fanghi e quella per l'aerazione dell'impianto a
fanghi attivi siano diverse, fare molta attenzione a non invertire i collegamenti. Consultare pertanto la
scheda tecnica dell'impianto a fanghi attivi.

Appena messo in funzione l'impianto, verificare, mediante i tappi d'ispezione, che tutti i dispositivi
funzionino. In particolare verificare che ci sia insufflazione d'aria nell'impianto a fanghi attivi e
ricircolo dei fanghi nel filtro percolatore.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP RF.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com




MANUTENZIONE DELL'IMPIANTO

Filtro percolatore

Per ridurre i tempi di entrata a regime del percolatore (così come per i fanghi attivi) si consiglia
l'utilizzo, per i primi 10-15 giorni di funzionamento, del BIOATTIVATORE DI CAMILLO SERBATOI.

Con cadenza almeno annuale si consiglia di ispezionare il filtro e il livello di torbidità del refluo in
uscita da esso.

Quando il filtro appare eccessivamente sporco e non garantisce più uno scarico sufficientemente
limpido (di norma ogni 12-15 mesi) è necessario svolgere le operazioni di pulizia del filtro. La
pulizia verrà svolta da personale autorizzato attraverso un energico lavaggio del letto filtrante
eventualmente in controcorrente, prestando attenzione nella rimozione degli accumuli nelle condotte
di ingresso e uscita e asportazione dei fanghi.

A seguito delle operazioni di pulizia del filtro si consiglia l'utilizzo, per i 5-10 giorni successivi, del
BIOATTIVATORE DI CAMILLO SERBATOI allo scopo di ripristinare il livello di flora batterica
ottimale per la depurazione.

Durante le ispezioni verificare che lo sfiato per il biogas non sia intasato


Impianto a fanghi attivi

Riempire all'avviamento l'impianto a fanghi attivi di liquami ed inseminarlo con una quantità notevole
di fanghi provenienti da un altro impianto o da una fossa Imhoff operanti in modo corretto. Se non è
possibile utilizzare per i primi 10-15 giorni di funzionamento il BIOATTIVATORE DI CAMILLO
SERBATOI.

Mantenere permanentemente acceso il compressore per l'alimentazione dell'aria, un prolungato
stato di anossia (assenza di ossigeno) può provocare l'estinzione dei microrganismi che
garantiscono l'efficacia del trattamento.

Controllare periodicamente il sedimentatore per vedere se vi siano zone di ristagno del fango.

Per quanto concerne il compartimento di digestione è necessario misurare il livello del fango nella
camera, ogni 30-60 giorni. La frequenza esatta viene comunque fissata in base all'esperienza dei
primi mesi di conduzione. Quando da queste rilevazioni risulta che il livello del fango ha raggiunto i
40/50 cm dal punto più basso dall'apertura dei due compartimenti è necessario procedere allo
spurgo. La cadenza è in linea di massima semestrale.

Evitare l'ingresso di sostanze tossiche e velenose se non precedentemente diluite in modo da
diminuire l'impatto con la flora batterica. Di seguito si elencano le principali sostanze chimiche
tossiche:
-

cloro e suoi derivati (candeggina);

-

solventi e diluenti sintetici;

-

diserbanti;

-

insetticidi;

-

oli minerali;

-

sostanze usate per la disinfezione in genere;

-

sostanza chimiche tossiche in genere.

Gli impianti a fanghi attivi vengono costruiti con un comparto di disinfezione inserito lungo la
condotta di scarico del refluo. Nell'apposito alloggiamento è possibile inserire una pastiglia di cloro,
per produrre un effetto disinfettante che dura per 30-60 giorni. Inserire la pastiglia di cloro
esclusivamente nell'apposito alloggio, mai all'interno delle vasche di depurazione.

Effettuare periodicamente operazioni di pulizia:
-

rimuovere i solidi galleggianti e avviarli allo smaltimento;

-

pulire con un raschietto del materiale aderente le pareti interne della vasca ed i diaframmi in
ingresso e in uscita, assicurandosi che il materiale più pesante scenda, attraverso l'apertura, nel
comparto di digestione e rimuovendo il materiale più leggero che si raccoglie in superficie;

-

assicurarsi che la bocca del sedimentatore sia completamente libera, utilizzare un'asta o lo
stesso raschietto sopra menzionato per la pulizia delle pareti, allo scopo di rimuovere il materiale
che eventualmente vada a bloccare l'apertura stessa in qualche punto.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP RF.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



Rompere periodicamente l'eventuale crosta che si forma per permettere al gas e all'ossigeno di
fuoriuscire liberamente.

In caso di PH basso rilevabile dalla formazione di cattivi odori ricorrere all'aggiunta di reattivi quali la
calce per riportare il PH a valori leggermente superiori alla neutralità (generalmente sono sufficienti
40-50g di calce per m3 di volume utile del compartimento di digestione).

Specie nei periodi più caldi dell'anno rimuovere periodicamente con un colino le larve che
potrebbero proliferare a seguito della diminuzione dell'effetto di dispersione dell'ossigeno.

Per quello che riguarda i piatti diffusori, non sono necessarie particolari attività di manutenzione. E'
bene comunque pulirli con un getto d'acqua ogni volta che si effettua l'estrazione dei fanghi dalla
vasca, per prevenire eventuali accumuli nei microfori che comporterebbero una scarsa insufflazione
d'aria ed un conseguente minor rendimento dell'impianto.

Soffianti e sistema di ricircolo air-lift dei fanghi

La soffiante non presenta parti a contatto in movimento quindi non richiede alcun intervento di
lubrificazione.

A parte la facile sostituzione di alcuni componenti (membrana) e la pulizia trimestrale del filtro di
aspirazione aria, il funzionamento è a lungo termine ed esente da altro tipo di manutenzione.

Durante le attività di manutenzione della soffiante è comunque necessario seguire le seguenti
avvertenze:
-

eseguire tutte le operazioni di pulizia e/o sostituzione unicamente in assenza di corrente
elettrica;

-

prima di compiere qualsiasi operazione di pulizia e/o sostituzione, assicurarsi che il corpo del
compressore si sia raffreddato per evitare eventuali rischi di bruciature;

-

è buona norma utilizzare, per eventuali riparazioni, solo materiali originali al fine di garantire la
sicurezza dell'apparecchiatura;

-

le operazioni di manutenzione che richiedono la presenza di energia elettrica, quali la ricerca di
guasti all'interno della soffiante, devono essere eseguite da personale qualificato;

-

non collegare il compressore a fonti di energia diverse da quelle indicate. In caso di dubbio sugli
allacciamenti NON collegare l'apparecchiatura.

Assicurarsi che entrambe le soffianti siano sempre in funzione.

Durante le ispezioni delle vasche assicurarsi che il tubo di ricircolo dei fanghi non sia intasato, che ci
sia un reale ricircolo dei fanghi e che all'interno dell'impianto a fanghi attivi ci sia una reale
insufflazione continua di aria.

Durante le operazioni di pulizia delle vasche pulire, mediante l'utilizzo di lance a pressione, anche il tubo di
ricircolo dei fanghi.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DEP RF.Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

IMPIANTO DI DEPURAZIONE SECONDARIO SPINTO

CON RICIRCOLO DEI FANGHI Mod. DEP-RF

Con la presente dichiariamo che l' impianto di depurazione secondario spinto in polietilene

mod. DEP-RF, composto da un filtro percolatore anaerobico e da un impianto a fanghi

attivi dotato di sistema di ricircolo dei fanghi tipo air-lift, fornito da DI CAMILLO

SERBATOI, è conforme per il trattamento secondario dei reflui civili, come da scheda

tecnica, ai limiti indicati dalla Tabella 4 dell'Allegato 5 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 se e

solo se correttamente dimensionato per gli abitanti equivalenti (AE) degli scarichi di civili

abitazioni relativamente alla rimozione del carico organico (BOD

5

) e dei solidi sospesi e

quando installato a valle di un impianto di trattamento primario opportunamente

dimensionato, con le seguenti precisazioni:

Ø

Concentrazione oli e grassi in ingresso <50 mg/l.

Ø

La portata media in m3/g deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica

DI CAMILLO SERBATOI.

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si rimette ai dati di progetto indicati sulla

scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni

per il rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata

all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

trattamento fitodepurazione

Tali impianti sono costituiti da un degrassatore, una imhoff e dei vassoi di fitodepurazioneGuarda tutti i Prodotti per trattamento fitodepurazione

vassoi fitodepurazione
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica FITO Rev. 05-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA VASSOI PER IMPIANTO DI

FITODEPURAZIONE


Materiale:
vassoi in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) per impianto di fitodepurazione a flusso
sommerso orizzontale con tubazione di collegamento in PVC con guarnizioni in gomma e T disperdente,
pozzetti di livello in LLPDE con tronchetti di ingresso e di uscita in PVC e guarnizioni in gomma (v. pag. 3).
Funzione: trattamento di depurazione secondario o terziario di affinamento di acque reflue domestiche,
mediante sistema di fitodepurazione a flusso sommerso orizzontale.
Uso e manutenzione: per un buon sistema di fitodepurazione è necessario garantire il corretto
funzionamento dei sistemi primari (degrassatore, fossa biologica tipo Imhoff) ed eventualmente secondari
installati a monte dei vassoi, controllando i depositi di materiale solido che possono provocare intasamenti
nella zona di distribuzione del refluo o accumuli nel terreno vegetativo.
In fase di posa occorre posizionare i vassoi in modo da ridurre al minimo l'afflusso di acque meteoriche al
trattamento creando piccole sponde di protezione e riducendo il ruscellamento, favorendo così lo sviluppo del
manto erboso in prossimità dei vassoi. Sono da prevedersi interventi trimestrali di ispezione dei pozzetti di
livello (DD150FT) e di rimozione delle piante infestanti che potrebbero pregiudicare lo sviluppo delle specie
scelte per il trattamento. Con gli interventi di spurgo dei trattamenti primari ed eventualmente secondari è
bene provvedere alla pulizia delle condotte dell'impianto anche con lance in pressione.
Installazione:
seguire le modalità di installazione indicate a pag. 4.







Vassoio VS1

Vassoio VS2

Lunghezza

(mm)

Larghezza

(mm)

Altezza

(mm)

Superficie

(m

2

)

Lunghezza

(mm)

Larghezza

(mm)

Altezza

(mm)

Superficie

(m

2

)

1180

1180

680

c.a. 1

1760

1180

680

c.a. 2

Vassoio VS 1

Vassoio VS 2

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica FITO Rev. 05-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com




Dimensionamento a seconda della tipologia di recapito finale

SCARICO SU CORSO D'ACQUA SUPERFICIALE o SUB-IRRIGAZIONE


Impianto di fitodepurazione per trattamento secondario di un refluo domestico o assimilabile a domestico con
scarico in corso d'acqua superficiale o sub-irrigazione, dimensionato in base ad una superficie disponibile
per la piantumazione di

3 m

2

/A.E.


TRATTAMENTO DI AFFINAMENTO


Impianto di fitodepurazione come trattamento terziario di affinamento di un refluo in uscita da trattamento
secondario tipo filtro percolatore aerobico o impianto a fanghi attivi; dimensionato in base ad una superficie
disponibile per la piantumazione di

1 m

2

/A.E

 
 

EMILIA ROMAGNA

Impianto di fitodepurazione per trattamento secondario di scarico domestico o assimilabile a domestico con
recapito in dispersione nel terreno, dimensionato in base ad una superficie disponibile per la piantumazione
di

5 m

2

/A.E.

(richiesta minima della Delibera Regionale n°1053 del 09/06/2003 dell'Emilia Romagna per

applicazioni non stagionali).


Impianto di fitodepurazione per trattamento secondario di scarico domestico o assimilabile con scarico in
dispersione nel terreno, dimensionato in base ad una superficie disponibile per la piantumazione di

3,5

m

2

/A.E.

(richiesta minima della Delibera Regionale n°1053 del 09/06/2003 dell'Emilia Romagna per

applicazioni stagionali: alberghi, campeggi, agriturismi).


A.E.

1

2

3

5

7

10

13

16

20

25

30

N°VS1

1

-

1

1

1

-

1

-

-

2

2

N°VS2

1

3

4

7

10

15

19

24

30

38

45

A.E.

1

2

3

5

7

10

13

16

20

25

30

N°VS1

1

-

1

1

1

-

1

-

-

2

2

N°VS2

-

1

1

2

3

5

6

8

10

12

15

A.E.

1

2

3

5

7

10

13

16

20

25

30

N°VS1

1

-

1

3

1

-

3

-

-

1

1

N°VS2

2

5

7

11

17

25

31

40

50

63

75

A.E.

1

2

3

5

7

10

13

16

20

25

30

N°VS1

2

1

1

1

-

1

1

-

-

-

1

N°VS2

2

3

5

8

14

17

21

28

35

42

52

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica FITO Rev. 05-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA POZZETTI DI LIVELLO

(DD150FT)

Materiale: pozzetti di livello in polietilene lineare ad alta densità (LLPDE) per impianto di fitodepurazione, con
tronchetti di ingresso e di uscita in PVC e guarnizioni in gomma.
Funzione: i pozzetti di livello sono posizionati in entrata ed in uscita dell'impianto di fitodepurazione e
consentono di mantenere il livello del refluo sempre al di sotto della superficie del terreno onde evitare il
proliferare di insetti molesti e la produzione di cattivi odori.
Uso e manutenzione: sono da prevedersi operazioni trimestrali d'ispezione dei pozzetti di livello, con gli
interventi di spurgo dei trattamenti primari ed eventualmente secondari è bene provvedere alla pulizia degli
stessi per rimuovere eventuali residui accumulati
Installazione: vedere figura pag. 4


























Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

HE

(mm)

HU

(mm)

Ø E/U

(mm)

DD150FT

(entrata)

580

790

420

135

110

DD150FT

(uscita)

580

790

135

400

110










H

HE

HU

Ø

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica FITO Rev. 05-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com




Modalità d'installazione


I vassoi per l'impianto di fitodepurazione devono essere installati su una superficie piana e stabile in maniera
tale che il livello del refluo si mantenga uguale e costante all'interno di tutti i vassoi dell'impianto. A tale
scopo vengono installati anche i 2 pozzetti di livello all'entrata e all'uscita dell'impianto (mod. DD150FT).
Questi, in ogni caso, devono garantire che il livello del refluo si mantenga sempre al di sotto della superficie
del terreno onde evitare il proliferare di insetti molesti e la produzione di cattivi odori.
Una volta posati e collegati i vassoi, si procede al loro riempimento come indicato nella figura seguente:

-

in prossimità delle tubazioni disperdenti, è consigliabile creare uno spessore di 15/20cm di ghiaione

(40/70mm);

-

procedere poi con uno strato di 15cm di ghiaia più fine (20/40mm). Questi strati sono molto

importanti in quanto garantiscono una migliore dispersione del refluo e riducono il rischio di
intasamento del letto;

-

il restante volume dei vassoi viene riempito con terreno ad elevata porosità costituito preferibilmente

da una miscela 50/50 di terriccio e torba;

-

per rendere ottimale il funzionamento del sistema è consigliabile porre alla base dello strato di

terreno un telo di geotessile;

-

infine si procede alla piantumazione delle specie vegetali che può avvenire per semina, per

piantagione dei rizomi o per piantagione di essenze vegetali di vari livelli di crescita (ved. pagina
seguente).

Per quello che riguarda gli schemi di installazione dei vassoi per fitodepurazione è possibile installarli tutti in
serie a formare un'unica linea. Tuttavia, quando il numero di vassoi risulta essere elevato, è possibile creare
impianti in cui i vassoi sono distribuiti su due o anche tre linee parallele. In ogni caso è necessario seguire le
indicazioni di cui sopra.



/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica FITO Rev. 05-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com




Piantumazione


La piantumazione dei sistemi di fitodepurazione può avvenire in tre modalità: semina, piantagione dei rizomi
e piantagione di essenze vegetali di vari livelli di crescita.
Il sistema più adatto dipende dai tempi necessari all'attivazione dell'impianto. Per i sistemi a flusso
sommerso orizzontale è consigliabile una densità di piantumazione pari a 4 unità/m

2

; generalmente il

periodo ottimale per la piantumazione è la primavera, sono sconsigliati i mesi estivi (luglio, agosto) e quelli
invernali.
Ogni 3-4 mesi occorre prevedere l'ispezione dell'impianto per controllare lo stato di crescita delle piante ed
eventualmente provvedere ad interventi di piantumazione. I vegetali morti non compromettono il
funzionamento dell'impianto, anzi consentono l'isolamento termico del letto. Comunque, ogni 2-3 anni è
buona norma provvedere al taglio della parte aerea delle piante, da realizzarsi nel periodo invernale.

Le piante più idonee da utilizzare nei sistemi di fitodepurazione sono le seguenti:

-

Phragmites australis (cannuccia di palude);

-

Juncus (giunco);

-

Thypia (mazzasorda);

-

Felce;

-

Schoenoplectus (giunco da corde);

-

Lithrum salicaria (salterella);

-

Botomus umbellaus (giunco fiorito);

-

Sambucus nigra (sambuco nero);

-

Acuba japonica;

-

Sparganium erectum (coltellaccio);

-

Caltha palustris (farferugine);

-

Eupatorium cannabinum (canapa d'acqua);

-

Iris pseudacorus (iris giallo);

-

Carex elata (carice spondicola).









accessori impianti

Accessori per impianto di depurazione che permettono di ottimizzare in alcuni casi il rendimento degli impianti di depurazione acque reflueGuarda tutti i Prodotti per accessori impianti

pozzetti

quadri elettrici

corpi di riempimento

galleggiante acque luride

soffianti-compressori

piatti diffusori

kit per diffusore

elettropompe

elettropompe senza galleggiante

ghiere

guarnizioni

prolunghe

coperchi

pastiglia cloro

filtro coalescente

tubazione per drenaggio

bioattivatore

valvole antiriflusso

pozzetto monoblocco pp

coperchio pedonabile pp

coperchio ghisa

deoliatori

Deoliatori realizzati in materiale plastico di polietilene ad alta resistenza. Possono essere di forma liscia oppure corrugati per resistere meglio alle operazioni di interro. I deoliatori sono in grado di trattenere gran parte degli oli od idrocarburi in sospensione nel refluo.

Deoliatori gravitazionali corrugati sono dotati di speciali rinforzi chiamate costole di rinforzo. Il processo di deoliazione avviene per gravitazione.

Deoliatori gravitazionali lisci sono economicamente vantaggiosi ed hanno un funzionamento per gravitazione. Le parti più pesanti vale a dire acqua e pietrisco eventuale si depositano sul fondo mentre oli ed idrocarburi si depositano superficialmente.

Deoliatori con filtro a coalescenza permettono di trattenere al loro interno il massimo degli oli ed idrocarburi presenti nel refluo. Questo avviene grazie ad un filtro a coalescenza. Sono i deoliatori che consentono di raggiungere livelli di depurazione superiori. Guarda tutti i Prodotti per deoliatori

deoliatori gravitazionale corrugato
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert.NDO Rev.08-html.html
background image


SCHEDA TECNICA DEOLIATORI STATICI corrugati

Materiale: contenitore corrugato e sedimentatore in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità
(LLDPE) con tronchetto di entrata e uscita in PVC. Costruito per ottenere la separazione a gravità di solidi e
particelle d'olio fino a 150 µm. Dimensionato secondo UNI-EN 858-1 e UNI-EN 858-2 deoliatore di classe II.
Funzione: pensato per trattare le acque di dilavamento di piazzali scoperti/coperti con presenza materiale
sedimentabile (sabbia, breccia,...), di oli minerali ed idrocarburi con recapito in pubblica fognatura. Pensato
per trattare le acque di dilavamento di piazzali di sosta con debole presenza di oli minerali ed idrocarburi con
recapito in pubblica fognatura. Nel caso di superficie scoperta la portata viene calcolata considerando una
precipitazione di 20 mm/h ed un coefficiente di deflusso unitario.
Uso e manutenzione: Un eccessivo accumulo di materiale galleggiante in superficie provoca la riduzione
del volume disponibile per la separazione, questo rischio si aggrava in presenza di considerevoli apporti di
sostanze sedimentabili, che si depositano sul fondo dell'impianto.
Per evitare fughe di solidi e di oli minerali che potrebbero compromettere la qualità dell'effluente scaricato è
consigliabile prevedere frequenti operazioni di ispezione e interventi di rimozione degli inquinanti accumulati
ogni 6-8 mesi; gli interventi saranno più frequenti se l'impianto è a servizio di autofficine, di aree di
stoccaggio oli o di autolavaggi. I depositi verranno estratti da personale specializzato e sottoposti a
trattamento adeguato.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.

















Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita; ØE/U = diametro entrata/uscita;

Qmax = portata di punta (l/s); (*) posto auto 5m x 2,5m; (**) si considera una precipitazione di 20 mm/h.

Articolo

Ф

(mm)

H

(mm)

ФE/U

(mm)

HE

(mm)

HU

(mm)

Prolunghe

Volume

utile

(l)

Volume

Sabbie

(l)

Volume

oli

(l)

Q

max

(l/s)

Aree scoperte

(**)

Aree coperte

Superficie

scolante

m

2

Posti

auto

(*)

Superficie

scolante

m

2

Posti

auto

(*)

NDO1000 1150 1220 110

880

860

PP45-PP30

850

62

22

0,83

150

12

375

30

NDO1500 1150 1720 110 1360 1340

PP45-PP30

1268

100

34

1,38

250

20

625

50

NDO2600 1710 1350 125 1000 980

PP45-PP35

2061

143

50

1,66

300

24

750

60

NDO3200 1710 1625 125 1240 1220

PP45-PP35

2525

180

63

1,94

350

28

875

70

NDO3800 1710 1855 125 1525 1505

PP45-PP35

3175

220

80

2,22

400

32

1000

80

NDO4600 1710 2125 125 1745 1725

PP45-PP35

3835

285

100

2,77

500

40

1250

100

NDO5400 1950 2250 125 1700 1680

PP45-PP45

4578

340

120

3,50

580

48

1450

116

NDO6400 1950 2530 125 2000 1980

PP45-PP45

5293

395

140

4,00

660

55

1650

135

NDO7000 2250 2367 160 1885 1865

PP65-PP45

6934

657

225

5,85

1000

84

2500

200

NDO9000 2250 2625 160 2105 2085

PP65-PP45

7823

753

258

6,71

1200

97

3000

240

NDO1000
NDO1500

NDO2600
NDO3200
NDO3800
NDO4600

NDO5400
NDO6400
NDO7000
NDO9000

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert.NDO Rev.08-html.html
background image

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

DEOLIATORE GRAVITAZIONALE DI CAMILLO SERBATOI


Con la presente dichiariamo che i deoliatori DI CAMILLO SERBATOI sono dimensionati

secondo la norma UNI-EN 858-1 e UNI-EN 858-2 per deoliatori di classe II, e producono un

effluente conforme ai limiti indicati dalla Tabella 3 P.F. dell'Allegato 5 del D.Lgs. 3 aprile

2006, n. 152 relativamente agli idrocarburi totali, con le seguenti precisazioni:

Ø

Idrocarburi totali ed altri liquidi leggeri non emulsionati aventi peso specifico sino a 0.95

g/cm

3

.

Ø

Diametro delle goccioline d''olio non inferiore a 0.015 cm (valore considerato da API -

American Petroleum Institute-)

Ø

La portata di punta m3/h per ogni singolo modello dove non espressamente indicato

deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI

(pag.1).

Ø

La superficie (mq) del piazzale da trattare per ogni singolo modello dove non

espressamente indicato deve essere inferiore-uguale ai limiti indicati sulla scheda

tecnica DI CAMILLO SERBATOI (pag.1).

Ø

Recapito in pubblica fognatura a trattamento.

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si riferisce ai dati di progetto indicati sulla

scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI (pag.1).

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni per

il rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata all'autorità

competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

deoliatori gravitazionale liscio
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DO Rev.06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com


SCHEDA TECNICA DEOLIATORI STATICI lisci

Materiale: contenitore liscio e sedimentatore in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE)
con tronchetto di entrata e uscita in PVC. Costruito per ottenere la separazione a gravità di solidi e particelle
d'olio fino a 150 µm. Dimensionato secondo UNI-EN 858-1 e UNI-EN 858-2 deoliatore di classe II.
Funzione: pensato per trattare le acque di dilavamento di piazzali scoperti/coperti con presenza di oli
minerali ed idrocarburi con recapito in pubblica fognatura. Pensato per trattare le acque di dilavamento di
piazzali di sosta con debole presenza di oli minerali ed idrocarburi con recapito in pubblica fognatura. Nel
caso di superficie scoperta la portata viene calcolata considerando una precipitazione di 20 mm/h ed un
coefficiente di deflusso unitario.
Uso e manutenzione: Un eccessivo accumulo di materiale galleggiante in superficie provoca la riduzione
del volume disponibile per la separazione, questo rischio si aggrava in presenza di considerevoli apporti di
sostanze sedimentabili, che si depositano sul fondo dell'impianto.
Per evitare fughe di solidi e di oli minerali che potrebbero compromettere la qualità dell'effluente scaricato è
consigliabile prevedere frequenti operazioni di ispezione e interventi di rimozione degli inquinanti accumulati
ogni 6-8 mesi; gli interventi saranno più frequenti se l'impianto è a servizio di autofficine, di aree di
stoccaggio oli o di autolavaggi. I depositi verranno estratti da personale specializzato e sottoposti a
trattamento adeguato.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.



























Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

ØE/U = diametro entrata/uscita; Qmax = portata di punta (l/s); (*) posto auto 5m x 2,5m; (**) si considera una precipitazione di 20 mm/h.


Articolo

Ф

mm

H

mm

Ф

E/U
mm

HE

mm

HU

mm

Prolunghe

Vol.

utile

(lt)

Vol.

sabbie

(lt)

Vol.

oli

(lt)

Q

max

(l/s)

Aree scoperte

(**)

Aree coperte

Superficie

scolante

m

2

Posti

auto

(*)

Superficie

scolante

m

2

Posti

auto

(*)

DO500

790

790

110

620

600

PP30

305

21

7

0,27

50

4

125

10

DO800 630x1480 1090 110

870

850

PP30/PP30

732

51

18 0,55

100

8

250

20

DO1000

1160

1140 110

910

890

PP30/PP30

917

67

23 0,83

150

12

375

30

DO1500

1160

1610 110 1390 1370 PP30/PP30

1407

101

35 1,38

250

20

625

50

DO2000

1160

2075 125 1825 1805 PP30/PP30

1903

137

47 1,66

300

24

750

60

DO3000

1450

1940 125 1665 1645 PP30/PP30

2642

192

66 2,22

400

32

1000

80

TAPPO ISPEZIONE

ENTRATA

TAPPO ISPEZIONE

USCITA

CONNESSIONE PER

SFIATO BIOGAS

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica+cert. DO Rev.06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

DEOLIATORE GRAVITAZIONALE DI CAMILLO SERBATOI

Con la presente dichiariamo che i deoliatori DI CAMILLO SERBATOI sono dimensionati

secondo la norma UNI-EN 858-1 e UNI-EN 858-2 per deoliatori di classe II, e producono un

effluente conforme ai limiti indicati dalla Tabella 3 P.F. dell'Allegato 5 del D.Lgs. 03 Aprile

2006, n. 152 relativamente agli idrocarburi totali, con le seguenti precisazioni:

Ø

Idrocarburi totali ed altri liquidi leggeri non emulsionati aventi peso specifico sino a 0.95

g/cm

3

.

Ø

Diametro delle goccioline d'olio non inferiore a 0.015 cm (valore considerato da API -

American Petroleum Institute-)

Ø

La portata di punta m3/h per ogni singolo modello dove non espressamente indicato

deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI

(pag.1).

Ø

La superficie (mq) del piazzale da trattare per ogni singolo modello dove non

espressamente indicato deve essere inferiore-uguale ai limiti indicati sulla scheda

tecnica DI CAMILLO SERBATOI (pag.1).

Ø

Recapito in pubblica fognatura a trattamento.

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si riferisce ai dati di progetto indicati sulla

scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI (pag.1).

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni per

il rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata all'autorità

competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.


deoliatori gravitazionali compatti

deoliatori filt. coalesc.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica tutta la gamma NDOFC +Cert. -html.html
background image




SCHEDA TECNICA DEOLIATORI A COALESCENZA corrugati

Materiale: contenitore corrugato in monoblocco di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con tronchetto di entrata e
uscita in PVC. Deoliatore di classe I secondo la norma UNI-EN 858-1 e UNI-EN 858-2 dotato di filtro a coalescenza
estraibile in spugna poliuretanica, acciaio e PVC.
Funzione:
disoleatura delle acque provenienti da aree dedicate a parcheggi, stazioni di servizio e autolavaggi.
Uso e manutenzione:
Un eccessivo accumulo di materiale galleggiante in superficie provoca la riduzione del volume
disponibile per la separazione; questo rischio si aggrava in presenza di considerevoli apporti di sostanze sedimentabili,
che si depositano sul fondo dell'impianto. Si consiglia vivamente di inserire un trattamento di degrassatura e di
dissabbiatura a monte del disoleatore per prevenire l'intasamento delle maglie del filtro. Per evitare fughe di solidi e di
oli minerali che potrebbero compromettere la qualità dell'effluente scaricato è consigliabile prevedere frequenti
operazioni di ispezione e interventi di rimozione degli inquinanti accumulati ogni 6-8 mesi; gli interventi saranno più
frequenti se l'impianto è a servizio di autofficine, di aree di stoccaggio oli o di autolavaggi. I depositi verranno estratti da
personale specializzato e sottoposti a trattamento adeguato. Con frequenza mensile-bimestrale è necessario estrarre il
filtro e provvedere ad un lavaggio energico dello stesso a monte dell'impianto.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi srl.

Ø = diametro contenitore; H = altezza contenitore; HE = altezza entrata; HU = altezza uscita;

ØE/U = diametro entrata/uscita; Qmax = portata di punta (l/s); (*) posto auto 5m x 2,5m; (**) si considera una precipitazione di 20 mm/h.

CODICE

Ф

mm

H

mm

Ф

E/U
mm

HE

mm

HU

mm

Prolunghe

Volume

utile

(lt.)

Filtro
(cod.

e n°)

Q

max

(l/s)

Aree scoperte

(**)

Aree coperte

Superficie

scolante

m

2

Posti

auto

(*)

Superficie

scolante

m

2

Posti

auto

(*)

NDOFC1000 1,5 l/s 1150

1220

125

880

860

PP45/PP30

850

FC01 n.1

1,5

270

22

675

54

NDOFC1500 2 l/s

1150

1720

125

1360

1340

PP45/PP30

1268

FCO2 n.1

2

360

30

900

72

NDOFC1000 3 l/s

1150

1220

125

880

860

PP45/PP30

850

FC01 n.2

3

540

43

1350

108

NDOFC1500 4 l/s

1150

1720

125

1360

1340

PP45/PP30

1268

FCO2 n.2

4

720

58

1800

144

NDOFC2600 7,5 l/s 1710

1350

125

1000

980

PP35/PP45

2061

FCO7,5 n.1

7,5

1350

110

3375

270

NDOFC3200 10 l/s

1710

1625

125

1240

1220

PP35/PP45

2525

FCO10 n.1

10

1800

147

4500

360

NDOFC3800 15 l/s

1710

1855

200

1440

1420

PP35/PP45

3175

FCO15 n.1

15

2700

220

6750

540

NDOFC4600 20 l/s

1710

2125

200

1680

1660

PP35/PP45

3835

FCO20 n.1

20

3600

294

9000

720

NDOFC5400 25 l/s

1950

2250

200

1630

1610

PP45/PP45

4347

FCO25 n.1

25

4500

367

11250

900

NDOFC6400 30 l/s

1950

2530

200

1940

1920

PP45/PP45

5100

FCO30 n.1

30

5400

440

13500

1080

NDOFC7000 35 l/s

2250

2367

200

1810

1790

PP45/PP45

6934

FCO35 n.1

35

6300

515

15750

1260

NDOFC9000 40 l/s

2250

2625

250

2005

1980

PP45/PP45

7823

FCO40 n.1

40

7200

588

18000

1440

TAPPO ISPEZIONE

ENTRATA

TAPPO ISPEZIONE

USCITA

CONNESSIONE PER

SFIATO BIOGAS

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica generica tutta la gamma NDOFC +Cert. -html.html
background image

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

DEOLIATORE CON FILTRO A COALESCENZA DI CAMILLO

SERBATOI SRL

Con la presente dichiariamo che il deoliatore con filtro a coalescenza DI CAMILLO SERBATOI

SRL NDOFC è dimensionato secondo la norma UNI-EN 858-1 e UNI-EN 858-2 per deoliatori

di classe I, e produce un effluente conforme ai limiti indicati dalla Tabella 3 dell'Allegato 5 del

D.Lgs. 3 Aprlile 2006, n. 152 relativamente agli idrocarburi totali, con le seguenti precisazioni:

Ø

Idrocarburi totali ed altri liquidi leggeri non emulsionati aventi peso specifico sino a 0.95

g/cm

3

.

Ø

A monte del deoliatore deve essere installato un sistema di dissabbiatura,

adeguatamente dimensionato, che permetta di bloccare i corpi grossolani presenti nel

refluo (sabbie, sassi,...).

Ø

La portata di punta l/s per ogni singolo modello dove non espressamente indicato deve

essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI SRL.

Ø

La superficie (mq) del piazzale da trattare per ogni singolo modello dove non

espressamente indicato deve essere inferiore-uguale ai limiti indicati sulla scheda

tecnica DI CAMILLO SERBATOI SRL.

Ø

Per quanto non espressamente indicato ci si riferisce ai dati di progetto indicati sulla

scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI SRL.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare

esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni per

il rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata all'autorità

competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

impianti prima pioggia

Gli impianti di prima pioggia permettono a seconda del recapito finale (fognature od acque superficiali), di trattenere gli oli ed idrocarburi provenienti da piazzali scoperti o coperti.

Impianto prima pioggia con recapito in fognatura consente attraverso un pozzetto scolmatore cui è collegato un serbatoio ed un deoliatore gravitazionale di trattenere gli oli dei piazzali.

Impianto prima pioggia per recettore finale in corso idrico permette attraverso un pozzetto scolmatore cui è collegato un serbatoio ed un deoliatore a coalescenza di trattenere gli oli dei piazzali con grande efficienza grazie proprio al disoleatore dotato di filtro a coalescenza. Guarda tutti i Prodotti per impianti prima pioggia

impianto prima pioggia fogn.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica IPP12000DO Rev. 06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA IPP12000DO

Pubblica Fognatura

Materiale: sistema di trattamento fuori linea di acque di prima pioggia dimensionato secondo le richieste
della L.R. 27 maggio 1985 n.62, costituito da serbatoi rotostampati in polietilene lineare ad alta densità
(LLDPE) con tubazioni in PVC. L'impianto comprende un pozzetto scolmatore, un sistema di accumulo con
valvola di chiusura automatica e pompa sommersa temporizzata, un sistema di trattamento di dissabbiatura
e disoleatura dimensionato secondo normativa UNI-EN858-1 e conforme alle richieste del D.lgs 152/2006.
Utilizzo: trattamento delle acque di prima pioggia di dilavamento di aree impermeabili di transito e
parcheggio per aree industriali, residenziali e stazioni di servizio potenzialmente inquinate da oli minerali,
idrocarburi, sabbia ed inerti.
Funzionamento: le acque di dilavamento provenienti dalle aree di transito impermeabili devono essere
convogliate al sistema di trattamento.
Nelle cisterne di accumulo vengono raccolti i primi 5 mm di un evento meteorico. Al completo riempimento
dei serbatoi, una valvola di chiusura attiva il by-pass inviando al recapito delle acque bianche le acque di
seconda pioggia non soggette a trattamento. L'acqua inquinata stoccata viene rilanciata da una pompa
sommersa che si attiva mediante quadro elettrico che regola lo svuotamento dell'accumulo in modo che
dopo 48 ore dall'evento di pioggia il sistema sia pronto per un nuovo ciclo di funzionamento.
Questo passaggio viene richiesto di legge per evitare il sovraccarico della rete di drenaggio urbano e per
garantire il trattamento dei soli eventi meteorici che producono un flusso di dilavamento potenzialmente
inquinato.
L'acqua di prima pioggia, quindi, viene inviata al sistema di dissabbiatura e disoleatura. La tipologia di
quest'ultima fase del trattamento viene definita in base al recapito finale delle acque: per la pubblica
fognatura si prevede un disoleatore gravitazionale, mentre per lo scarico in corso d'acqua superficiale si
prevede l'impiego di un disoleatore con filtro a coalescenza.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.


































/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica IPP12000DO Rev. 06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

Deoliatore

gravitazionale

(mod. NDO1500)

Pozzetto

prelievi fiscale

(mod. PPF)

Valvola

antiriflusso

By-pass

ENTRATA

USCITA

Pozzetto

scolmatore

(mod. PSC102525IPP)

Serbatoi di accumulo

(mod. CI10700)

Pompa

sommersa

Quadro elettrico di comando

con timer

Modello

pompa

Potenza

Passaggio

solidi (mm)

A1~

(A)

DNM

(pollici)

Kw

HP

Seminox 155L 0,25 0,33

20

2

1'' ¼

IPP12000DO

Pozzetto scolmatore

PSC102520IPP

SISTEMA DI ACCUMULO

DEPURAZIONE

Pozzetto prelievi

fiscale

PPF

Cisterna di accumulo

CI10700

Deoliatore

NDO1500

Superficie

Impermeabile

(m

2

)

12000

Altezza

(mm)

1140

Altezza

(mm)

2580

Altezza

(mm)

1720

Altezza

(mm)

465

Volume di

prima pioggia

(l)

60000

Diametro

(mm)

1160

Lunghezza

(mm)

2780

Diametro

(mm)

1150

Diametro

(mm)

430

Portata di

prima pioggia

(l/s)

66

Ispezione

(mm)

400

Larghezza

(mm)

2430

Ispezione

(mm)

355

Ispezione

(mm)

355

Ø E/U/BP

tubi (mm)

250/200/

250

Ispezione

(mm)

630

Ø E/U tubi

(mm)

50/110

Ø E/U tubi

(mm)

110

HE

(mm)

710

Ø E/U tubi

(mm)

200/50

HU

(mm)

150

N. cisterne di

accumulo

6

HB-P
(mm)

420

Vol. totale

accumulo (l)

60600

POMPA SOMMERSA

impianto prima pioggia cor. idr.
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica IPP12000DOFC Rev. 06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA

IPP12000DOFC

Materiale: sistema di trattamento fuori linea di acque di prima pioggia dimensionato secondo le
richieste della L.R. 27 maggio 1985 n. 62, costituito da serbatoi rotostampati in polietilene lineare
ad alta densità (LLDPE) con tubazioni in PVC. L'impianto comprende un pozzetto scolmatore, un
sistema di accumulo con valvola di chiusura automatica e pompa sommersa temporizzata, un
sistema di trattamento di dissabbiatura e disoleatura dimensionato secondo normativa UNI-EN858-
1 e conforme alle richieste del D.lgs 152/2006.
Utilizzo: trattamento delle acque di prima pioggia di dilavamento di aree impermeabili di transito e
parcheggio per aree industriali, residenziali e stazioni di servizio potenzialmente inquinate da oli
minerali, idrocarburi, sabbia ed inerti.
Funzionamento: le acque di dilavamento provenienti dalle aree di transito impermeabili devono
essere convogliate al sistema di trattamento.
Nelle cisterne di accumulo vengono raccolti i primi 5 mm di un evento meteorico. Al completo
riempimento dei serbatoi, una valvola di chiusura attiva il by-pass inviando al recapito delle acque
bianche le acque di seconda pioggia non soggette a trattamento. L'acqua inquinata stoccata viene
rilanciata da una pompa sommersa che si attiva mediante quadro elettrico che regola lo
svuotamento dell'accumulo in modo che dopo 48 ore dall'evento di pioggia il sistema sia pronto
per un nuovo ciclo di funzionamento.
Questo passaggio viene richiesto di legge per evitare il sovraccarico della rete di drenaggio urbano
e per garantire il trattamento dei soli eventi meteorici che producono un flusso di dilavamento
potenzialmente inquinato.
L'acqua di prima pioggia, quindi, viene inviata al sistema di dissabbiatura e disoleatura. La
tipologia di quest'ultima fase del trattamento viene definita in base al recapito finale delle acque:
per la pubblica fognatura si prevede un disoleatore gravitazionale, mentre per lo scarico in corso
d'acqua superficiale si prevede l'impiego di un disoleatore con filtro a coalescenza.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo
Serbatoi.






/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica IPP12000DOFC Rev. 06-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

Deoliatore con filtro

a coalescenza

(mod. NDOFC1000 1,5 l/s)

By-pass

Pozzetto

prelievi fiscale

(mod. PPF)

Pompa

sommersa

Quadro elettrico di comando

con timer

Valvola

antiriflusso

ENTRATA

USCITA

Pozzetto

scolmatore

(mod. PSC102520IPP)

Serbatoi di accumulo

(mod. CI10700)
















Modello

pompa

Potenza

Passaggio

solidi (mm)

A1~

(A)

DNM

(pollici)

Kw

HP

Seminox 155L 0,25 0,33

20

2

1'' ¼

IPP12000DOFC

Pozzetto scolmatore

PSC102520IPP

SISTEMA DI

ACCUMULO

DEPURAZIONE

Pozzetto prelievi

fiscale

PPF

Cisterna di accumulo

CI10700

Deoliatore

NDOFC1000 1,5 l/s

Superficie

Impermeabile

(m

2

)

12000

Altezza

(mm)

1140

Altezza

(mm)

2580

Altezza

(mm)

1220

Altezza

(mm)

465

Volume di

prima pioggia

(l)

60000

Diametro

(mm)

1160

Lunghezza

(mm)

2780

Diametro

(mm)

1150

Diametro

(mm)

430

Portata di

prima pioggia

(l/s)

66

Ispezione

(mm)

400

Larghezza

(mm)

2430

Ispezione

(mm)

355

Ispezione

(mm)

355

Ø E/U/BP tubi

(mm)

250/200/

250

Ispezione

(mm)

630

Ø E/U tubi

(mm)

50/125

Ø E/U

tubi (mm)

110

HE

(mm)

710

Ø E/U tubi

(mm)

200/50

HU

(mm)

150

N. cisterne di

accumulo

6

HB-P
(mm)

420

Vol. totale

accumulo (l)

60600

POMPA SOMMERSA

impianti di prima pioggia
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica ITIPP17000DOFC Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA

con serbatoio modulare (mod. ITIPP17000DOFC)

Recapito su corso d'acqua

Materiale: sistema di trattamento fuori linea di acque di prima pioggia dimensionato secondo le richieste
della L.R. 27 maggio 1985 n.62, costituito da serbatoi da interro rotostampati di tipo modulare in polietilene
lineare ad alta densità (LLDPE) con tubazioni in PVC. L'impianto comprende un pozzetto scolmatore, un
sistema di accumulo/dissabbiatura modulare con valvola di chiusura automatica e pompa sommersa
temporizzata, un sistema di trattamento di dissabbiatura e una vasca di disoleatura con filtro a coalescenza
dimensionato secondo normativa UNI-EN 858-1 e conforme alle richieste del D.lgs. 152/2006 ed un pozzetto
prelievi fiscale.
Utilizzo: trattamento delle acque di prima pioggia di dilavamento di aree impermeabili di transito e
parcheggio per aree industriali, residenziali e stazioni di servizio potenzialmente inquinate da oli minerali,
idrocarburi, sabbia ed inerti.
Funzionamento: le acque di dilavamento provenienti dalle aree di transito impermeabili devono essere
convogliate al sistema di trattamento.
Nelle cisterne di accumulo vengono raccolti i primi 5 mm di un evento meteorico. Al completo riempimento
dei serbatoi, una valvola di chiusura attiva il by-pass inviando al recapito delle acque bianche le acque di
seconda pioggia non soggette a trattamento. L'acqua inquinata stoccata viene rilanciata da una pompa
sommersa che si attiva mediante quadro elettrico che regola lo svuotamento dell'accumulo in modo che
dopo 48 ore dall'evento di pioggia il sistema sia pronto per un nuovo ciclo di funzionamento.
Questo passaggio viene richiesto di legge per evitare il sovraccarico della rete di drenaggio urbano e per
garantire il trattamento dei soli eventi meteorici che producono un flusso di dilavamento potenzialmente
inquinato.
L'acqua di prima pioggia, quindi, viene inviata al sistema di dissabbiatura e disoleatura. La tipologia di
quest'ultima fase del trattamento viene definita in base al recapito finale delle acque: per la pubblica
fognatura si prevede un disoleatore gravitazionale, mentre per lo scarico in corso d'acqua superficiale si
prevede l'impiego di un disoleatore con filtro a coalescenza.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO INFINITANK" fornite da Di
Camillo Serbatoi.





























/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica ITIPP17000DOFC Rev. 00-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com
























*

Saldatura prevista in cantiere,

Parete chiusa









Modello

pompa

Potenza

Ø passaggio

solidi (mm)

A1~

(A)

DNM

(pollici)

Kw

HP

Seminox 155L

0,25

0,33

20

2

1'' ¼

ITIPP17000DOFC

Pozzetto

scolmatore

(PSC104020IPP)

SISTEMA DI

ACCUMULO

SISTEMA DI

DEPURAZIONE

Cisterna

di accumulo

(ITC90000 04)

Deoliatore

(NDOFC1000 1,5l/s)

Pozzetto prelievi

fiscale (PPF)

Superficie

impermeabile

(m

2

)

17000

Altezza

(mm)

1140

Altezza

(mt)

2,20

Altezza

(mm)

1220

Altezza

(mm)

465

Volume di

prima pioggia

(lt)

85000

Ø

(mm)

1160

Lunghezza

(mt)

14,15

Ø

(mm)

1150

Ø

(mm)

430

Portata di prima

pioggia (l/s)

93

Ø

ispezione

(mm)

400

Larghezza

(mt)

4,85

Ø

ispezione

(mm)

400

Ø

ispezione

(mm)

300

Ø E/U/BP

(mm)

400-200-

400

Ø E/U tubi

(mm)

200/50

Ø E/U

(mm)

50/125

Ø E/U

(mm)

125

Vol. tot.

accumulo

(lt)

88200

Ø

ispezione

(mm)

630

N.

elementi

base

N°4 CR7000+

N°8 CN7000

*

*

Serbatoio di accumulo

Pozzetto

scolmatore

Deoliatore con filtro a

coalescenza e pozzetto prelievi

POMPA SOMMERSA

Quadro elettrico con

temporizzatore

Pompa

Valvola antiriflusso

impianto di trattamento acque di
Scheda Tecnica

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC10000 55 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTO DI TRATTAMENTO ACQUE DI

PIOGGIA IN CONTINUO CON SERBATOIO MODULARE

Descrizione impianto di prima pioggia: l'impianto è costituito da 3 componenti disposti in serie: pozzetto scolmatore,
accumuli, deoliatore con filtro a colaescenza. Questo impianto permette di recapitare il refluo in acque superficiali. Tutto
l'impianto è realizzato in polietilene ed i tubi di collegamento sono in PVC. Recapito in corso d'acqua superficiale. Si tratta
di un impianto in continuo. Asservito a superficie di 10000 mq.

L'impianto per il trattamento delle acque di prima pioggia è dimensionato secondo normativa UNI-EN858-1 e conforme alle
richieste del D.lgs 152/2006.

Utilizzo impianto acque di prima pioggia: questi impianti sono asserviti a aree di sosta, parcheggi, aree di servizio o
piazzali industriali per la depurazione del refluo. Si ha una separazione in una prima fase delle acque di prima e di seconda
pioggia. Nel disoleatore e prima dell'immissione del refluo in fogna si ha la separazione degli oli minerali dalle acque. Dopo
che il refluo nella prima stazione è stato diviso (acque di prima e di seconda pioggia), le acque di prima pioggia sono
accumulate all'interno di appositi accumuli. L'accumulo nei vasconi avviene solo per le cosiddette acque di prima pioggia.
Una volta riempiti, si attiva un by-pass, che recapita l'esubero direttamente nelle acque bianche. L'acqua che invece si trova
nei serbatoi tramite una pompa sommersa viene recapitata al disoleatore per il trattamento di disoleatura. Solo dopo questo
trattamento le acque sono pronte per essere recapitate in fogna

Nei vasconi di accumulo vengono immagazzinati i primi 5 mm di un evento meteorico. Il rilancio delle acque avviene in
continuo

?

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC10000 55 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEMA DI IMPIANTO

ENTRATA

ENTRATA

USCITA

USCITA

by-pass

USCITA

Filtro a

coalescenza

Pozzetto

scolmatore

By-pass

DISSABBIATURA

DISOLEATURA

Sistema di dissabbiatura-disoleatura con

filtro a coalescenza monoblocco

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC10000 55 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA POZZETTO SCOLMATORE

MOD. PSC102525IPC

Materiale: contenitore in monoblocco in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con

guarnizione e tronchetto in PVC per entrata, by pass e uscita DN250.

Funzione: il pozzetto scolmatore è installato a monte di un impianto di trattamento delle acque di

prima pioggia (IPP) o di trattamento delle acque in continuo (IPC). La sua funzione è quella di

convogliare le acque di pioggia al trattamento di depurazione e di by-passare le acque di seconda

pioggia non inquinate (installazione in IPP) o di by-passare, durante i forti eventi meteorici, le

acque che eccedono la portata di progetto dell'impianto (installazione in IPC).

Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo

Serbatoi.

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

He

(mm)

Hu

(mm)

H b-p

(mm)

Ø E

(mm)

Ø U

(mm)

Ø By-pass

(mm)

PSC102525IPC

1160

1140

600

180

340

250

250

250

Ø

Hu

Hb-p

He

H

Entrata

(tronchetto in PVC

DN250)

By-pass

(tronchetto in PVC

DN250)

Uscita

(tronchetto in PVC

DN250)

Ispezione

DN 400

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC10000 55 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

Lungh.

H

Largh.

n. 1 filtro a coalescenza da 55 l/s

ENTRATA

Ø250

USCITA

Ø250

DISSABBIATURA

DISOLEATURA

HU

HE

Modello

Lungh.

(mt)

Largh.

(mt)

H

(mt)

HE

(mm)

HU

(mm)

Ispezioni

(mm)

Prolunghe

Volume

dissabbiatore

(lt)

Volume

disoleatore

(lt)

Portata

(l/s)

Piazzale

(mq)

ITIPC10000

7880

2100

2200

1780

1750

630

PP75

7000

13500

55

10000

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC10000 55 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

SISTEMA DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA IN CONTINUO

mod. ITIPC10000 (per per portate fino a 55 l/s)

Con la presente dichiariamo che il sistema di dissabbiatura e disoleatura con filtro a
coalescenza monoblocco (ITIPC10000) è dimensionato secondo la norma UNI-EN 858-1
e UNI-EN 858-2 per deoliatori di classe I, permette di trattare portate fino a 55 l/s e
produce un effluente conforme ai limiti indicati dalla Tabella 3 dell'Allegato 5 del D.Lgs. 03
Aprile 2006, n. 152 relativamente agli idrocarburi totali e ai solidi sedimentabili, con le
seguenti precisazioni:

Idrocarburi totali ed altri liquidi leggeri non emulsionati aventi peso specifico sino a

0.95 g/cm

3

.

La portata di punta l/s per ogni singolo modello dove non espressamente indicato

deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Per quanto non espressamente indicato ci si riferisce ai dati di progetto indicati sulla

scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare
esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni
per il rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata
all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

pioggia in continuo
Scheda Tecnica

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC22000 120 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTO DI TRATTAMENTO ACQUE DI

PIOGGIA IN CONTINUO CON SERBATOIO MODULARE

Descrizione impianto di prima pioggia: l'impianto è costituito da 3 componenti disposti in serie: pozzetto
scolmatore, accumuli, deoliatore con filtro a colaescenza. Questo impianto permette di recapitare il refluo in
acque superficiali. Tutto l'impianto è realizzato in polietilene ed i tubi di collegamento sono in PVC. Recapito in
corso d'acqua superficiale. Si tratta di un impianto in continuo. Asservito a superficie di 22000 mq.

L'impianto per il trattamento delle acque di prima pioggia è dimensionato secondo normativa UNI-EN858-1 e
conforme alle richieste del D.lgs 152/2006.

Utilizzo impianto acque di prima pioggia: questi impianti sono asserviti a aree di sosta, parcheggi, aree di
servizio o piazzali industriali per la depurazione del refluo. Si ha una separazione in una prima fase delle acque
di prima e di seconda pioggia. Nel disoleatore e prima dell'immissione del refluo in fogna si ha la separazione
degli oli minerali dalle acque. Dopo che il refluo nella prima stazione è stato diviso (acque di prima e di seconda
pioggia), le acque di prima pioggia sono accumulate all'interno di appositi accumuli. L'accumulo nei vasconi
avviene solo per le cosiddette acque di prima pioggia. Una volta riempiti, si attiva un by-pass, che recapita
l'esubero direttamente nelle acque bianche. L'acqua che invece si trova nei serbatoi tramite una pompa
sommersa viene recapitata al disoleatore per il trattamento di disoleatura. Solo dopo questo trattamento le acque
sono pronte per essere recapitate in fogna

Nei vasconi di accumulo vengono immagazzinati i primi 5 mm di un evento meteorico. Il rilancio delle acque
avviene in continuo

?

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC22000 120 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEMA DI IMPIANTO

*

*

Saldatura da effettuare in cantiere da parte di tecnici specializzati Di Camillo Serbatoi

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC22000 120 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA POZZETTO SCOLMATORE

MOD. PSC103131IPC

Materiale: contenitore in monoblocco in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE) con

guarnizione e tronchetto in PVC per entrata, by pass e uscita DN315.

Funzione: il pozzetto scolmatore è installato a monte di un impianto di trattamento delle acque di

prima pioggia (IPP) o di trattamento delle acque in continuo (IPC). La sua funzione è quella di

convogliare le acque di pioggia al trattamento di depurazione e di by-passare le acque di seconda

pioggia non inquinate (installazione in IPP) o di by-passare, durante i forti eventi meteorici, le

acque che eccedono la portata di progetto dell'impianto (installazione in IPC).

Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo

Serbatoi.

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

He

(mm)

Hu

(mm)

H b-p

(mm)

Ø E

(mm)

Ø U

(mm)

Ø By-pass

(mm)

PSC103131IPC

1160

1140

620

100

350

315

315

315

Ø

Hu

Hb-p

He

H

Entrata

(tronchetto in PVC

DN315)

By-pass

(tronchetto in PVC

DN315)

Uscita

(tronchetto in PVC

DN315)

Ispezione

DN 400

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC22000 120 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

Ø 315

Lungh.

H

Filtro a coalescenza

ENTRATA

Ø315

USCITA

DISSABBIATURA

DISOLEATURA

*

Largh

*

Collegamento da effettuare in cantiere

HU

HE

Modello

Lungh.

(mt)

Largh.

(mt)

H

(mt)

HE

(mm)

HU

(mm)

Ispezioni

(mm)

Prolunghe

Volume

dissabbiatore

(lt)

Volume

disoleatore

(lt)

Portata

(l/s)

Piazzale

(mq)

ITIPC22000

16920

2100

2200

1760

1740

630

PP75

26500

20000

120

22000

./Scheda tecnica impianto in continuo ITIPC22000 120 ls.pdf-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA'

SISTEMA DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA IN CONTINUO

mod. ITIPC22000 (per per portate fino a 120 l/s)

Con la presente dichiariamo che il sistema di dissabbiatura e disoleatura con filtro a
coalescenza monoblocco (ITIPC22000) è dimensionato secondo la norma UNI-EN 858-1
e UNI-EN 858-2 per deoliatori di classe I, permette di trattare portate fino a 120 l/s e
produce un effluente conforme ai limiti indicati dalla Tabella 3 dell'Allegato 5 del D.Lgs. 03
Aprile 2006, n. 152 relativamente agli idrocarburi totali e ai solidi sedimentabili, con le
seguenti precisazioni:

Idrocarburi totali ed altri liquidi leggeri non emulsionati aventi peso specifico sino a

0.95 g/cm

3

.

La portata di punta l/s per ogni singolo modello dove non espressamente indicato

deve essere inferiore ai limiti indicati sulla scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Per quanto non espressamente indicato ci si riferisce ai dati di progetto indicati sulla

scheda tecnica DI CAMILLO SERBATOI.

Tale garanzia è valida a condizione che l'impianto sia mantenuto in condizione di regolare
esercizio di manutenzione e siano rispettate le modalità di messa in opera ( vedi istruzioni
per il rinterro ) declinando ogni responsabilità in caso di errato montaggio o manomissione.

Il presente certificato non costituisce autorizzazione allo scarico che andrà inoltrata
all'autorità competente la quale potrebbe stabilire limiti tabellari più tassativi.

depuratori autolavaggi

I depuratori autolavaggi sono dimensionati in base al numero di auto da lavare giornalmente ed al recapito finale. I reflui degli autolavaggi sono ricchi di oli e di tensioattivi per questo necessitano di essere trattati prima di arrivare in fogna o su corso idrico.

Impianto autolavaggio scarico fognatura consente una volta interrato di trattare i reflui dell’autolavaggio e recapitarli direttamente in fognatura attraverso una sequenza composta da disoleatore e filtro percolatore.

Impianto autolavaggio scarico corso idrico consente di immettere seguito trattamento di depurazione di recapitare i reflui su corso idrico. Per far questo rispetto ad un classico depuratore autolavaggi composto da deoliatore e filtro percolatore aerato viene aggiunto anche un percolatore anaerobico. Guarda tutti i Prodotti per depuratori autolavaggi

impianto autolavaggio scarico fognatura
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTO DI DEPURAZIONE

A SERVIZIO DI AUTOLAVAGGIO

(scarico in pubblica fognatura)

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

PREMESSA E VOCE DI CAPITOLATO

Le acque derivanti da impianti di lavaggio automezzi sono caratterizzati dalla presenza di una variegata

tipologia di inquinanti quali solidi sospesi (sabbie e fanghi, ghiaia, pietrisco, residui vegetali,...), detergenti, oli

e idrocarburi. Per tale motivo il trattamento di depurazione di tali reflui necessita di una serie di step atti

all'abbattimento in successione degli inquinanti.

La prima fase di trattamento consiste in un dissabbiatore nel quale avviene la separazione gravimetrica di

tutti quei composti che hanno un peso specifico diverso da quello dell'acqua: i materiali più pesanti (sabbie,

fanghi, ghiaia,...) sedimentano e si accumulano sul fondo della vasca mentre quelli più leggeri (oli, grassi,

schiume,...) si accumulano in superficie. La tubazione di uscita, pescando a metà vasca, evita la fuoriuscita

del materiale separato.

La seconda fase di trattamento consiste nel trattamento di disoleazione. Grazie alla presenza del filtro a

coalescenza gli oli ed idrocarburi residui si aggregano sul filtro stesso separandosi così dal refluo.

Infine il refluo viene sottoposto ad un trattamento biologico intensivo nel quale, attraverso lo sviluppo di

particolari ceppi batterici, si ha l'abbattimento della sostanza organica disciolta (BOD

5

e COD) e dei

detergenti (Tensioattivi). Il trattamento biologico è costituito da un filtro percolatore aerato in presenza di

scarico finale in pubblica fognatura, al quale si aggiunge a monte un ulteriore filtro percolatore anaerobico

quando lo scarico avviene in corso idrico superficiale.

Voce di capitolato

Impianto di depurazione a servizio di autolavaggio, prodotto in azienda certificata ISO9001/2008,

rispondente al Dlgs n. 152 del 2006 e dimensionato per n. ................ auto lavate al giorno par ad una portata a

trattamento di ................. lt/giorno, con scarico finale del refluo trattato in pubblica fognatura. L'impianto, per

installazione interrata, è costituito da:

-­‐ Separatore di sabbie ed altri sedimenti pesanti e di materiali leggeri, in monoblocco corrugato di

polietilene (PE), rispondente alla norma UNI EN 1825-1, dotato di tronchetto in PVC con guarnizione

a tenuta in entrata con curva 90° per il rallentamento e la distribuzione del flusso e, in uscita, di

tronchetto in PVC con guarnizione a tenuta, con deflettore a T e tubazione sommersa; dotato anche

di sfiato per il biogas in PP e di chiusini per le ispezioni e gli interventi di manutenzione e spurgo;

-­‐ Separatore degli oli ed idrocarburi in sospensione, in monoblocco corrugato di polietilene (PE),

dimensionato secondo la norma UNI-EN 858-1, dotato di tronchetto in PVC con guarnizione a tenuta

in entrata con curva 90° per il rallentamento e la distribuzione del flusso e, in uscita, di un percorso

idraulico con presenza di filtro a coalescenza in spugna poliuretanica alloggiato all'interno di un

cestello in acciaio inox estraibile; dotato anche di sfiato per il biogas in PP e di chiusini per le

ispezioni e gli interventi di manutenzione e spurgo;

-­‐

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

-­‐ Filtro percolatore aerato, in monoblocco corrugato di polietilene (PE), dotato di tronchetto in PVC con

guarnizione a tenuta in entrata con curva 90° per il rallentamento e la distribuzione del flusso e, in

uscita, di tronchetto in PVC con guarnizione a tenuta, con deflettore a T; presenza all'interno di corpi

di riempimento in PP e di piatto diffusore di micro bolle collegato a soffiante-compressore a

membrana esterna; dotato anche di sfiato per il biogas in PP e di chiusini per le ispezioni e gli

interventi di manutenzione e spurgo;

Prolunghe installabili sulle ispezioni di tutti i manufatti, opzionali.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEMA DI IMPIANTO E DATI TECNICI

























ARTICOLO

Dimensionamento

Composizione impianto

Dissabbiatore

Deoliatore

Percolatore anaerobico

Percolatore aerato

con ricircolo fanghi

Auto/g

(n°)

Carico idraulico

(lt/giorno)

Q max

(lt/h)

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

V tot

(lt)

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

V tot

(lt)

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

V tot

(lt)

DEPAUTO10

0-10

2000

400

NDD1500 1150 1720 1193

NDOFC1000

1,5 l/s

1150 1220 NAN1000R 1150 1220

850

NANAR1000 1150 1220

850

DEPAUTO20

11-20

4000

400

NDD2600 1710 1350 1971

NDOFC1000

1,5 l/s

1150 1220 NAN1500R 1150 1720 1268 NANAR1500 1150 1720 1268

DEPAUTO30

21-30

6000

600

NDD2600 1710 1350 1971

NDOFC1500

2 l/s

1150 1720 NAN1500R 1150 1720 1268 NANAR2600 1710 1350 1971

DEPAUTO40

31-40

8000

800

NDD3200 1710 1625 2435

NDOFC1000

3 l/s

1150 1220 NAN2600R 1710 1350 1971 NANAR2600 1710 1350 1971

DEPAUTO50

41-50

10000

1200

NDD3800 1710 1855 3026

NDOFC1500

4 l/s

1150 1720 NAN3200R 1710 1625 2435 NANAR3200 1710 1625 2435

DEPAUTO60

51-60

12000

1800

NDD4600 1710 2125 3510

NDOFC2600

7,5 l/s

1710 1350 NAN3200R 1710 1625 2435 NANAR3200 1710 1625 2435

DEPAUTO80

61-80

16000

2200

NDD6400 1950 2530 5100

NDOFC2600

7,5 l/s

1710 1350 NAN3800R 1710 1855 3104 NANAR3800 1710 1855 3104

DEPAUTO100 81-100

20000

3000

NDD7000 2250 2367 6711

NDOFC2600

7,5 l/s

1710 1350 NAN4600R 1710 2125 3510 NANAR4600 1710 2125 3510


Griglia di raccolta

Filtro percolatore

aerato

Deoliatore con filtro

a coalescenza

Dissabbiatore

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

INSTALLAZIONE

Dissabbiatore

Il dissabbiatore è una vasca di calma in cui avviene la separazione dal refluo delle sostanze e

particelle in sospensione che hanno una densità più elevata (sabbie, ghiaia, limo, pezzetti di metallo e di

vetro,...) e più bassa (oli, grassi, schiume,...) di quella dell'acqua.

La vasca, in monoblocco rotostampato di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), ha una pianta

circolare e all'interno sono disposte due condotte semisommerse di ingresso ed uscita poste a quote

diverse. In questo modo il volume utile si suddivide in tre comparti: una zona di ingresso in cui viene

smorzata la turbolenza del flusso entrante, una zona in cui si realizza la separazione e l'accumulo dei solidi

ed una terza zona di deflusso del refluo trattato.

Il rendimento di rimozione dei materiali in sospensione è tanto più alto quanto maggiore è il tempo di

residenza del refluo nel dissabbiatore; questo deve risultare comunque maggiore di 3 minuti relativamente

alla portata di punta. I dissabbiatori sono dimensionati in base alla norma UNI-EN 1825-1 e garantiscono un

tempo di detenzione del refluo di almeno 4 minuti per la portata di punta (Q

MAX

).

Il dissabbiatore è essenziale a monte del deoliatore in quanto i solidi in sospensione, se non rimossi,

andrebbero ad intasare le maglie del filtro a coalescenza pregiudicandone il funzionamento.





























/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com




Deoliatore con filtro a colescenza

Il deoliatore con filtro a coalescenza permette di ottenere elevati rendimenti di rimozione delle

sostanze leggere presenti in sospensione all'interno del refluo.

Il sistema sfrutta un supporto di spugna di poliuretano reticolato basato su un poliolo polietere a

struttura cellulare aperta; questo materiale si ottiene mediante un processo di reticolazione termico che è in

grado di fondere tutte le membrane nel reticolo cellulare ed è atossico. Su questo supporto si aggregano le

particelle di oli e di idrocarburi, fino a raggiungere dimensioni tali da poter abbandonare il refluo per gravità

(effetto coalescente). In questo modo il refluo trattato è caratterizzato da concentrazioni di oli minerali ed

idrocarburi tali che può essere scaricato in un corpo idrico superficiale (Allegato 5 - Tabella 3 del D. Lgs.

n°152/2006).

Il deoliatore con filtro a coalescenza NDOFC1500 da 2 l/s è definito di classe I secondo la norma

UNI-EN 858-1 e 2.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

Filtro percolatore aerato

Materiale: contenitore corrugato, sedimentatore e prolunghe in monoblocco di polietilene lineare ad alta
densità (LLDPE), con tronchetto disperdente di entrata e uscita in PVC. Corpi di riempimento in polipropilene
ad alta superficie specifica. Soffiante esterna e piastra in gomma microforata per la distribuzione dell' aria a
bolle fini.
Funzione: depurazione di acque reflue inquinate prevalentemente da composti organici, azoto e detersivi
(tensioattivi e fosfati), mediante digestione aerobica a biomassa adesa. Ideale per la depurazione di acque
reflue caratterizzate da elevate concentrazioni di detersivi come ad esempio gli scarichi di autolavaggi e le
acque grigie di civile abitazione da riutilizzare a scopo irriguo. Può essere utilizzato anche come sistema di
trattamento secondario dei reflui civili previo trattamento primario in Imhoff e degrassatore.
Sui corpi di riempimento, sottoposti ad intensa aerazione continua, si sviluppano popolazioni batteriche che,
utilizzando ossigeno, degradano la sostanza organica e ossidano l'azoto ammoniacale a nitrati e nitriti. Altri
batteri detti PAO (Phosporus Accumulatine Organism) assimilano fosforo in quantità largamente superiori a
quelle necessarie al proprio metabolismo.
Il percolatore aerato permette di raggiungere elevati rendimenti di rimozione dei composti organici azotati e
fosforati.
Il filtro percolatore aerato viene dimensionato considerando dei tempi di ritenzione idraulica compresi tra le 4
e le 13 ore.
Uso e manutenzione: parti del film batterico che si sviluppa sui corpi di riempimento vengono rilasciate e
tendono ad accumularsi come fango nel comparto inferiore della vasca. Si consiglia un'ispezione di entrambi
i comparti con cadenza almeno annuale ed eventuali operazioni di pulizia. La pulizia verrà svolta attraverso
un energico lavaggio del letto filtrante ed uno spurgo del fango accumulato nel comparto inferiore. La
soffiante deve mantenersi sempre in funzione.
Installazione: seguire scrupolosamente le "MODALITA' D'INTERRO" fornite da Di Camillo Serbatoi.






























PIASTRA DIFFUSORE

FILTRO

SEDIMENTATORE FORATO

SOFFIANTE PER OSSIGENAZIONE

FILTRO (HP40)

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



Compressori d'aria a membrana (soffianti)

I compressori d'aria a membrana sono utilizzati nei filtri percolatori aerati per creare un sistema di

aerazione necessario ai processi digestivi dei batteri di tipo aerobico, sfruttando il principio della vibrazione

elettromagnetica di un'asta di azionamento supportata da membrane in gomma sintetica. Sono utilizzate

anche nel sistema di ricircolo air-lift. Questo sistema riduce al minimo i consumi energetici potendo fornire

portate d'aria costanti senza variazioni della pressione di esercizio. Molta importanza ha la bassa rumorosità

del circuito pneumatico e della sezione vibrante. La temperatura di esercizio deve essere compresa tra - 20

°C e + 40 °C con una umidità relativamente bassa.

La soffiante non presenta parti a contatto in movimento quindi non richiede interventi di lubrificazione. A

parte la facile sostituzione di alcuni componenti (membrana) e la pulizia trimestrale del filtro di aspirazione

aria, il funzionamento è a lungo termine ed esente da altra manutenzione. E' sempre bene sistemarla in un

locale tecnico coperto, predisposto da personale qualificato, avente le seguenti caratteristiche:

deve essere posizionato fuori terra, ad una distanza massima

di 10 m. dall'impianto di depurazione;

base di appoggio solida, piana e posizionata ad un livello

superiore dalla vasca, per evitare il ritorno dei fanghi in caso

di interruzione dell'erogazione dell'aria;

adeguato ricambio d'aria per evitare il surriscaldamento della

soffiante;

ambiente privo di gas corrosivi e non esposto a vibrazioni;

quadro elettrico o prese di corrente (220V; 50Hz) in numero

adeguato, compresa una presa di servizio e sezionatore

manuale (a fusibili o magnetotermico), il tutto predisposto da

personale tecnico specializzato;

cavidotti di protezione del tubo aria, da locale tecnico a bordo vasca (diametro minimo 80mm) e del

tubo elettrico, da locale tecnico a bordo vasca (diametro minimo 63mm).

Modalità di installazione:

-

collegare un'estremità del tubo di adduzione aria a corredo, all'uscita della soffiante usando le fascette;

-

collegare l'altra estremità del tubo all'innesto rapido predisposto sulla vasca.

Precauzioni d'impiego:

eseguire tutte le operazioni di pulizia e/o sostituzione unicamente in assenza di corrente elettrica;

prima di compiere qualsiasi operazione di pulizia e/o sostituzione, assicurarsi che il corpo del

compressore si sia raffreddato per evitare eventuali rischi di bruciature;

è buona norma utilizzare, per eventuali riparazioni, solo materiali originali per garantire la sicurezza

dell'apparecchiatura;

ESEMPIO DI LOCALE TECNICO

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

le operazioni di manutenzione che richiedono la presenza di energia elettrica (ricerca di guasti nella

soffiante) devono essere eseguite da personale qualificato;

non collegare il compressore a fonti di energia diverse da quelle indicate. In caso di dubbio sugli

allacciamenti NON collegare l'apparecchiatura.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. per autolavaggio scarico in pubblica fognatura-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com



MANUTENZIONE DELL'IMPIANTO

Gli agenti inquinanti separati dalle acque di scarico dell'autolavaggio all'interno dell'impianto sono

principalmente agenti non biodegradabili (sabbie, limo, pietrisco, idrocarburi, oli, ecc). Questi tendono

pertanto ad accumularsi all'interno delle diverse vasche. Nel tempo, questi accumuli divengono eccessivi e

tendono a pregiudicare l'efficienza di depurazione dell'impianto (intasamento delle condotte, rilascio degli

inquinanti stessi, ecc.). Pertanto è necessario svolgere delle operazioni periodiche di ispezione delle vasche

e, qualora si renda necessario, provvedere allo spurgo e alla pulizia delle stesse.

Operazioni di ispezione:

-

valutare, anche mediante l'ausilio di aste, la quantità di materiale depositato sul fondo del filtro

percolatore aerato;

-

valutare la quantità di materiale galleggiante e sedimentato accumulato all'interno del deoliatore,

nonchè lo stato del filtro a coalescenza estraendolo parzialmente;

-

controllare anche il corretto funzionamento della soffiante che deve essere sempre in funzione.

In ogni caso le operazioni di ispezione, saranno più frequenti nei primi mesi di servizio dell'impianto (cadenza

mensile/bimestrale), con lo scopo di individuare approssimativamente quale sarà la frequenza con la quale

compiere gli spurghi.

Quando, a seguito di un'ispezione, viene constatato che la quantità di materiale accumulato è eccessiva,

tanto che è pregiudicata l'efficienza stessa di depurazione, è necessario procedere con le opportune

operazioni di spurgo durante le quali occorre:

-

estrarre completamente tutto il materiale accumulato nelle vasche;

-

procedere ad un energico lavaggio di tutte le vasche e delle condotte di collegamento utilizzando

strumenti per l'eliminazione di eventuali croste e residui;

-

con cadenza mensile/bimestrale procedere all'estrazione del filtro a coalescenza e lavarlo

energicamente con un getto d'acqua in testa all'impianto. Una volta lavato riposizionarlo nell'apposito

comparto.

-

prevedere anche un vigoroso lavaggio del letto filtrante presente nel filtro percolatore;

-

dopo il lavaggio riempire completamente con acqua pulita tutte le vasche.

Si ricorda che gli spurghi devono essere effettuati da aziende competenti ed autorizzate in quanto tali

reflui sono considerati rifiuti speciali e devono essere smaltiti come tali.

impianto autolavaggio scarico corso idrico
Scheda Tecnica

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. autolvaggio scarico corso idrico-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEDA TECNICA IMPIANTO DI DEPURAZIONE

A SERVIZIO DI AUTOLAVAGGIO

(scarico in corso idrico superficiale)

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. autolvaggio scarico corso idrico-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

PREMESSA E VOCE DI CAPITOLATO

Le acque derivanti da impianti di lavaggio automezzi sono caratterizzati dalla presenza di una variegata

tipologia di inquinanti quali solidi sospesi (sabbie e fanghi, ghiaia, pietrisco, residui vegetali,...), detergenti, oli

e idrocarburi. Per tale motivo il trattamento di depurazione di tali reflui necessita di una serie di step atti

all'abbattimento in successione degli inquinanti.

La prima fase di trattamento consiste in un dissabbiatore nel quale avviene la separazione gravimetrica di

tutti quei composti che hanno un peso specifico diverso da quello dell'acqua: i materiali più pesanti (sabbie,

fanghi, ghiaia,...) sedimentano e si accumulano sul fondo della vasca mentre quelli più leggeri (oli, grassi,

schiume,...) si accumulano in superficie. La tubazione di uscita, pescando a metà vasca, evita la fuoriuscita

del materiale separato.

La seconda fase di trattamento consiste nel trattamento di disoleazione. Grazie alla presenza del filtro a

coalescenza gli oli ed idrocarburi residui si aggregano sul filtro stesso separandosi così dal refluo.

Infine il refluo viene sottoposto ad un trattamento biologico intensivo nel quale, attraverso lo sviluppo di

particolari ceppi batterici, si ha l'abbattimento della sostanza organica disciolta (BOD

5

e COD) e dei

detergenti (Tensioattivi). Il trattamento biologico è costituito da un filtro percolatore aerato in presenza di

scarico finale in pubblica fognatura, al quale si aggiunge a monte un ulteriore filtro percolatore anaerobico

quando lo scarico avviene in corso idrico superficiale.

Voce di capitolato

Impianto di depurazione a servizio di autolavaggio, prodotto in azienda certificata ISO9001/2008,

rispondente al Dlgs n. 152 del 2006 e dimensionato per n. ... auto lavate al giorno par ad una portata a

trattamento di ... lt/giorno, con scarico finale del refluo trattato in corso idrico superficiale. L'impianto,

per installazione interrata, è costituito da:

-­‐ Separatore di sabbie ed altri sedimenti pesanti e di materiali leggeri, in monoblocco corrugato di

polietilene (PE), rispondente alla norma UNI EN 1825-1, dotato di tronchetto in PVC con guarnizione

a tenuta in entrata con curva 90° per il rallentamento e la distribuzione del flusso e, in uscita, di

tronchetto in PVC con guarnizione a tenuta, con deflettore a T e tubazione sommersa; dotato anche

di sfiato per il biogas in PP e di chiusini per le ispezioni e gli interventi di manutenzione e spurgo;

-­‐ Separatore degli oli ed idrocarburi in sospensione, in monoblocco corrugato di polietilene (PE),

dimensionato secondo la norma UNI-EN 858-1, dotato di tronchetto in PVC con guarnizione a tenuta

in entrata con curva 90° per il rallentamento e la distribuzione del flusso e, in uscita, di un percorso

idraulico con presenza di filtro a coalescenza in spugna poliuretanica alloggiato all'interno di un

cestello in acciaio inox estraibile; dotato anche di sfiato per il biogas in PP e di chiusini per le

ispezioni e gli interventi di manutenzione e spurgo;

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. autolvaggio scarico corso idrico-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

-­‐ Filtro percolatore anaerobico, in monoblocco corrugato di polietilene dotato di filtro costituito da corpi

di riempimento in PP isotattico nero ad alta superficie specifica; presenza, in entrata, di tronchetto

forato in PVC con guarnizione a tenuta per l'immissione del refluo dall'alto e, in uscita, di tronchetto

in PVC con guarnizione a tenuta e tubazione sommersa per la captazione del refluo depurato dal

fondo della vasca; dotato anche di sfiato per il biogas in PP e di chiusini per le ispezioni e gli

interventi di manutenzione e spurgo;

-­‐ Filtro percolatore aerato, in monoblocco corrugato di polietilene (PE), dotato di tronchetto in PVC con

guarnizione a tenuta in entrata con curva 90° per il rallentamento e la distribuzione del flusso e, in

uscita, di tronchetto in PVC con guarnizione a tenuta, con deflettore a T; presenza all'interno di corpi

di riempimento in PP e di piatto diffusore di micro bolle collegato a soffiante-compressore a

membrana esterna; presenza di sistema di ricircolo dei fanghi del tipo air lift pr la re immissione dei

fanghi prodotti nel filtro percolatore anaerobico installato a monte; dotato anche di sfiato per il biogas

in PP e di chiusini per le ispezioni e gli interventi di manutenzione e spurgo;

Prolunghe installabili sulle ispezioni di tutti i manufatti, opzionali.

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. autolvaggio scarico corso idrico-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

SCHEMA DI IMPIANTO E DATI TECNICI


























ARTICOLO

Dimensionamento

Composizione impianto

Dissabbiatore

Deoliatore

Percolatore anaerobico

Percolatore aerato

con ricircolo fanghi

Auto/g

(n°)

Carico idraulico

(lt/giorno)

Q max

(lt/h)

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

V tot

(lt)

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

V tot

(lt)

Modello

Ø

(mm)

H

(mm)

V tot

(lt)

DEPAUTO10

0-10

2000

400

NDD1500 1150 1720 1193

NDOFC1000

1,5 l/s

1150 1220 NAN1000R 1150 1220

850

NANAR1000 1150 1220

850

DEPAUTO20

11-20

4000

400

NDD2600 1710 1350 1971

NDOFC1000

1,5 l/s

1150 1220 NAN1500R 1150 1720 1268 NANAR1500 1150 1720 1268

DEPAUTO30

21-30

6000

600

NDD2600 1710 1350 1971

NDOFC1500

2 l/s

1150 1720 NAN1500R 1150 1720 1268 NANAR2600 1710 1350 1971

DEPAUTO40

31-40

8000

800

NDD3200 1710 1625 2435

NDOFC1000

3 l/s

1150 1220 NAN2600R 1710 1350 1971 NANAR2600 1710 1350 1971

DEPAUTO50

41-50

10000

1200

NDD3800 1710 1855 3026

NDOFC1500

4 l/s

1150 1720 NAN3200R 1710 1625 2435 NANAR3200 1710 1625 2435

DEPAUTO60

51-60

12000

1800

NDD4600 1710 2125 3510

NDOFC2600

7,5 l/s

1710 1350 NAN3200R 1710 1625 2435 NANAR3200 1710 1625 2435

DEPAUTO80

61-80

16000

2200

NDD6400 1950 2530 5100

NDOFC2600

7,5 l/s

1710 1350 NAN3800R 1710 1855 3104 NANAR3800 1710 1855 3104

DEPAUTO100 81-100

20000

3000

NDD7000 2250 2367 6711

NDOFC2600

7,5 l/s

1710 1350 NAN4600R 1710 2125 3510 NANAR4600 1710 2125 3510


Griglia di raccolta

Filtro percolatore

aerato

Deoliatore con filtro

a coalescenza

Dissabbiatore

Filtro percolatore

anaerobico

Condotta ricircolo

fanghi

N°2 soffianti

/var/zpanel/hostdata/zadmin/public_html/dicamillo_acquistodiretto_it/sites/all/modules/dicamillo/schede_tecniche/html/Scheda tecnica imp. autolvaggio scarico corso idrico-html.html
background image

Di Camillo Serbatoi srl - Zona Industriale snc - Basciano (TE) - Tel. 0861/650109 Fax 0861/650640 - www.di-camillo.com

INSTALLAZIONE

Dissabbiatore

Il dissabbiatore è una vasca di calma in cui avviene la separazione dal refluo delle sostanze e

particelle in sospensione che hanno una densità più elevata (sabbie, ghiaia, limo, pezzetti di metallo e di

vetro,..) e più bassa (oli, grassi, schiume,...) di quella dell'acqua.

La vasca, in monoblocco rotostampato di polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), ha una pianta

circolare e all'interno sono disposte due condotte semisommerse di ingresso ed uscita poste a quote

diverse. In questo modo il volume utile si suddivide in tre comparti: una zona di ingresso in cui viene

smorzata la turbolenza